Commenta per primo

Antonio Cassano ha da tempo deciso quale vuole che sia il suo futuro, e lo ha fatto comunicare dal suo procuratore ai vertici del Milan. Fantantonio ha scelto Firenze e la Fiorentina, consapevole che l'indossare la maglia viola, seppure con il solo impegno del campionato, può dargli quella continuità di impiego e rendimento tale da essere osservato speciale dal c.t. azzurro Prandelli e protagonista ai prossimi Europei. Tutto facile, dunque? Tutt'altro, perché il club viola non ha nessuna intenzione, al momento, di tesserare il giocatore, 'etichettando' Cassano come talento ingestibile, e soprattutto difficilmente collocabile nel 4-3-1-2 che immagina il tecnico serbo, in cui sia il ruolo di trequartista che quello di seconda punta sono già coperti.

Inoltre, anche per una questione di bilancio, l'eventualità di vedere Cassano in maglia viola secondo i vertici della Fiorentina è immaginabile solo se contemporaneamente, in uscita, si aprisse lo spazio alla cessione di Alberto Gilardino. Ecco perché su Fantantonio rimangono vigili il Genoa e la Juventus, con quest'ultima che immagina un suo approdo alla corte di Antonio Conte in caso di un 'particolare' giro di attaccanti che vedrebbe coinvolti anche Quagliarella (a Firenze) e Gilardino (al Genoa).