Calciomercato.com

Festa del papà, anche il mondo del calcio la celebra. Cos'è, perché si festeggia oggi e quali sono le origini

Festa del papà, anche il mondo del calcio la celebra. Cos'è, perché si festeggia oggi e quali sono le origini

  • 7
Anche il mondo del calcio festeggia la Festa del papà, che si celebra come ogni anni nella giornata del 19 marzo. La Festa del papà, una ricorrenza nata per celebrare i padri e il loro ruolo nella famiglia e più in generale nelle società. Forse non tutti sanno che la festa del papà viene celebrata in quasi tutto il mondo, ma ogni Paese la declina in base alla sua storia e alle sue tradizioni. Per questo non esiste un’unica data condivisa in tutto il mondo in cui viene festeggiata.

In Italia, la festa del papà cade il 19 marzo perché, secondo la credenza, è il giorno in cui morì San Giuseppe, padre di Gesù. Il culto di San Giuseppe era già praticato nell’Alto Medioevo, ma nel Trecento si cominciò a osservare la sua festa il 19 marzo, anche in Occidente. Fu papa Sisto IV a inserire la festività nel calendario romano, nel 1479. Mentre nel 1871, considerando San Giuseppe una figura paterna positiva - incarna infatti la figura di papà buono, modello di vigilanza e provvidenza -, la Chiesa Cattolica lo proclamò protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa Universale. Per questo motivo, nei Paesi di fede cattolica, la festa del papà è il 19 marzo. 

Nella FOTO di copertina Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, con il figlio Davide: un esempio virtuoso di collaborazione fra padre e figlio nel mondo del calcio. 

SCORRI LA GALLERY PER VEDERE COME IL MONDO DEL CALCIO CELEBRA LA FESTA DEL PAPA'