Commenta per primo

Ufficialmente messo sul mercato dal d.s. viola Pantaleo Corvino, che ieri lo ha bollato come 'una scelta frutto di una situazione tattica del passato', Alessio Cerci è sempre più ai margini del progetto della Fiorentina. E così come ha sempre sottolineato Corvino, certe voci di trattative potrebbero concretizzarsi negli ultimi giorni della sessione invernale di mercato. Ecco perché oggi il Torino, che ha in uscita Ebagua, proverà - su insistenza del proprio tecnico Giampiero Ventura - un ultimo assalto per Cerci, consapevole però che il giocatore spera ancora in una chiamata dall'estero, ad esempio dal Manchester City.

L'ex di Roma, Pisa ed Atalanta, su cui è sempre vigile il Genoa, ha ricevuto segnali da Roberto Mancini, manager della squadra dello sceicco Mansour: il tecnico jesino ha denunciato una carenza di giocatori, frutto della squalifica di Mario Balotelli e degli impegni dei fratelli Touré in coppa d'Africa. Gli ottimi rapporti fra il procuratore di Cerci e l'entourage di Mancini - ieri a Liverpool era presente l'ex tecnico viola Sinisa Mihajlovic -, potrebbero far riaccendere l'asse City-Fiorentina.