Commenta per primo
Questo pomeriggio l’ex difensore della Fiorentina Gonzalo Rodriguez, durante un collegamento per il Pentasport di Radio Bruno, ha potuto analizzare alcuni dei principali temi in casa viola: dalla difesa del futuro ai tanti argentini in orbita gigliata. Queste le sue parole:
 
"Sto bene, ora abito in Spagna e va tutto bene. Due mesi fa sono stato in Toscana, a Calenzano dove abita mia moglie, ogni tanto torniamo. Il tifoso fiorentino pretende la squadra in Europa e in alto ogni anno mentre gli ultimi anni sono stati molto difficili: la Fiorentina ha dovuto lottare per cose a cui non è abituata. Adesso occorre godere del momento perché la prossima sarà una stagione ancora più difficile dell’ultima In primis servirà vedere chi arriverà dal mercato e chi invece se ne andrà. Lo Celso in viola? Lo conosco molto bene ma è difficile che arrivi alla Fiorentina, lo rivuole il Villareal e a me "garba" parecchio ma la vedo dura che la Fiorentina possa permetterselo".

L’ex captano viola ha anche parlato della difesa viola, Milenkovic e Quarta su tutti: "Nikola è arrivato a Firenze che era molto giovane adesso però lo vedo maturo. Se dovesse andar via sono convinto che Martinez Quarta abbia le carte in regola per giocare qualche partita in più. Senza dimenticarsi di Igor, una delle maggiori sorprese della scorsa stagione: insieme possono comporre un’ottia coppia difensiva. Poi ovviamente aspettiamo di vedere chi arriverà. Cosa manca all argentino? Tutti hanno bisogno di un po' di fiducia. Io alla prima partita in viola ho capito che avevo già la fiducia, ma avevo già 8 anni di esperienza in Spagna, lui invece alla prima esperienza in Europa ha dovuto cambiare ruolo e speriamo che ora giocando trovi la fiducia che gli manca. Lui deve capire meglio il calcio italiano dove le squadre si chiudono ed è più difficile".
Il difensore ha commentato anche altri due argentini: Senesi, da tempo nella lista dei desideri viola e Nico Gonzalez.  “Ho giocato con Senesi in Argentina, già tre anni fa mi avevano chiesto di lui alla Fiorentina ma a quel tempo lo volevano già tantissime squadre. Ha giocato prima al San Lorenzo e negli ultimi anni al Feyenoord. Lo dissi sin da subito che era bravissimo, oltre che ad essere una splendida persona. Gonzalez? E' un giocatore che mi piace perché può fare tanti ruoli, in Nazionale ha giocato anche terzino, a Firenze ha giocato a destra e a sinistra, puoi fare diversi schemi con lui. Sentirsi importante nella squadra potrà farlo crescere".