14
Montella ha già in testa la nuova Fiorentina. I fratelli Della Valle puntano tutto sull'allenatore, che avrà un ruolo chiave pure sul mercato, invece il resto della struttura tecnica (Corvino compreso) sarà oggetto di valutazione da parte della proprietà. Secondo la Gazzetta dello Sport, i pilastri su cui ricostruire la squadra saranno Muriel e Pezzella. 

Confermato il giovane portiere Lafont. Tra i sicuri partenti ci sono elementi importanti come Simeone e Vitor Hugo, più altri di seconda fascia quali Laurini e Norgaard. Montella userà le ultime gare di campionato per valutare Gerson e Fernandes. Ci sono poi giocatori che potrebbero avere offerte di mercato importanti. Veretout viene dato vicino al Napoli; Biraghi piace all’Inter; Milenkovic a tanti club inglesi; Benassi potrebbe avere ammiratori in Italia. Il loro futuro dipende dal valore delle offerte che arriveranno. 
Discorso a parte per Chiesa. Senza le Coppe la sua permanenza a Firenze è a dir poco complicata. I Della Valle però non sono disposti a prendere in considerazione offerte inferiori a 80-90 milioni. La sensazione è che, alla fine, il compratore giusto uscirà allo scoperto. E i soldi saranno reinvestiti per due-tre colpi di alto profilo. In particolare si cercano un regista e un centravanti. 

La Fiorentina ha già acquistato il difensore Rasmussen dell’Empoli e il centrocampista polacco Zurkowski. In più ha trovato un accordo anche per il gioiellino Traoré, sempre dell’Empoli. Operazione rimasta in sospeso perché non sono state completate le visite mediche. Intanto in queste ultime 5 giornate di campionato Montella darà spazio a tre giovani del vivaio: Vlahovic, Belokò e Montiel.