'A Natale ho passato una settimana a Firenze, ho letto i giornali, respirato gli umori, e ho capito il perché di certe difficoltà della Fiorentina. Però sapevo che bastava poco per invertire la tendenza, pur senza Gilardino. La Roma ha già giocato senza attaccanti di ruolo, con Totti che non era una prima punta. In questo momento il 3-5-2 è il modulo più adatto per la Fiorentina'. C'era il figlio di Emiliano Bigica - ex centrocampista viola e attuale tecnico del Verbania - ieri ad accompagnare il capitano della Fiorentina Alessandro Gamberini, in campo, prima del fischio di inizio del match contro il Novara.

'Jovetic e Ljajic hanno dimostrato a Novara di essere due giocatori di movimento, perfettamente integrati, e veloci - ha aggiunto Bigica, ospite ai microfoni di Radio Rosa -. In particolare il montenegrino ha dimostrato di essere un vero fuoriclasse, capace di mettersi sulle spalle i compagni e di trascinarli in un momento di estrema difficoltà. Ovvio che a prescindere dal successo di ieri la Fiorentina potrebbe aver bisogno di un attaccante di ruolo. Ci vuole, è sempre stata abituata ad avere una prima punta che faccia da riferimento, e credo che la società lo prenderà. Giusto però nel frattempo puntare sui giovani: ieri Salifu mi ha sinceramente impressionato'.