13
C’era attesa a Firenze per capire come si sarebbe comportata la Curva Fiesole, cuore pulsante del tifo viola che oggi faceva ritorno al Franchi per la prima volta dopo la pandemia, nei confronti di Dusan Vlahovic. Quella di oggi contro il Cagliari, infatti, è la prima partita giocata in casa dai ragazzi di Italiano dopo la sosta, durante la quale Commisso ha annunciato che la trattativa per il rinnovo si è arenata definitivamente.
 
BERSAGLIATO – Nessun fischio durante le operazioni di riscaldamento generali, ma al momento di rientrare negli spogliatoi c’è stato un momento che ha fatto capire l’antifona: mentre le due squadre rientravano negli spogliatoi, il numero 9 viola si è trattenuto in campo per tirare in porta qualche pallone in più, cosa che ha fatto sì che rientrasse tra gli ultimi, e comunque dopo i sardi, che erano già tutti nella pancia dello stadio. Il volume dei fischi destinati ai rossoblu di Mazzarri si era già abbassato, ma al passaggio di Vlahovic è tornato altissimo. Per fugare ogni dubbio, alla lettura delle formazioni sono piovute bordate ulteriori di fischi al momento del numero 9. Non sarà dunque una convivenza facile da qui a gennaio.