Commenta per primo
Spal-Fiorentina 1-4

Lafont 5,5: come sempre è piuttosto impreciso quando è chiamato ad impostare l'azione con i piedi e rischia di fare un grosso regalo ad Antenucci. Sul gol di Petagna è incolpevole dopo aver salvato con un miracolo sul tiro da fuori di Valdifiori.

Milenkovic 5,5: in occasione del gol del vantaggio della Spal ha la colpa di tenere in gioco Petagna che si trova libero di colpire a due passi dalla porta.

Ceccherini 6: ordinato, esce dal campo a fine primo tempo nonstante una discreta prestazione.

dal 1' s.t. Laurini 5: salvato dal VAR che annulla la rete di Valoti propiziata da un suo goffo intervento in fase di copertura. 

Vitor Hugo 5,5: retropassaggio troppo corto che permette ad Antenucci di recuperare palla e dare inizio all'azione che ha portato al gol della Spal. Ordinato nel resto della partita.

Biraghi 6,5: buon impatto nelle prime fasi della gara, nelle quali riesce ad arrivare più volte vicino alla rete del vantaggio. L'uscita dal campo di Lazzari per infortunio, poi, gli permette di giocare il resto del match con molta più serenità. Protagonista anche in occasione del gol del pareggio di Edimilson, servito proprio dal numero 3 viola, che entra in tutte le azioni più pericolose della Fiorentina.

Benassi 6: accompagna bene l'azione e arriva più volte a concludere l'azione senza, però, riuscire a pungere. Prestazione sufficiente, priva di colpi di genio o errori. 

(dal 26' s.t. Simeone 7: entra e dopo pochi minuti la Fiorentina si trova avanti di due gol, di cui uno realizzato proprio dal Cholito con una splendida azione personale. Con la primavera l'attaccante argentino ritrova se stesso).

Edimilson 7: rimette nei giusti binari la partita nel momento di maggiore apprensione della squadra. La sua stoccata permette alla Fiorentina di pareggiare sullo scadere di un primo tempo che, gol di Petagna a parte, era stato quasi un monologo viola.

(dal 36' s.t. Dabo sv)

Veretout 6,5: come sempre è glaciale dal dischetto e anche questa volta, nonostante la pressione, non crolla. Metronomo fondamentale per Pioli che non rinuncia mai al centrocampista francese. 

Chiesa 6,5: più in ombra rispetto al solito, il capitano odierno della Viola fatica ad entrare in partita nel primo tempo, nel quale Fares lo contiene con fin troppa comodità. Nella ripresa ritrova la consueta confidenza e riesce a rendersi molto più pericoloso ottenendo anche il fallo da rigore che spezza l'equilibrio della partita.

Gerson 7: prestazione di livello del centrocampista brasiliano, che è sempre nel vivo della manovra e propizia la rete del pareggio di Edimilson con un ottimo dialogo con Biraghi che viene liberato proprio dall'ex Roma prima di servire l'assist vincente. Trova anche la rete del 4-1 che suggella la sua giornata di grazia.

Muriel 5,5: si accende a tratti, andando vicino alla rete del vantaggio colpendo una traversa nel finale di primo tempo. 


All. Pioli 7: la sua Fiorentina si dimostra completa sotto tutti i punti di vista. Sa difendersi quando è schiacciata, sa rimontare quando va sotto e sa amministrare quando è in vantaggio