Hearts of Midlothian – Fiorentina: 0-3

Gollini 6.5: Brivido iniziale, si rifà salvando il risultato poco prima dell’intervallo. Nella ripresa è spettatore non pagante.

Terzic 6.5: Gran parte del merito in occasione del vantaggio viola è suo: è bravissimo a rientrare sul piede favorevole e ad offrire un assist al bacio a Mandragora.

Martinez Quarta 7: Dopo qualche sbavatura iniziale l’argentino cresce con il passare dei minuti. E’ lui a condurre la ripartenza in occasione del 0-3 che chiude la partita. L’avversario è quello che è ma lui offre una prestazione superba.

Igor 6: Non è al 100% ma i rischi dalle sue parti sono veramente limitati, contribuisce sempre ottimamente in fase di impostazione. Italiano lo toglie all’intervallo per non rischiare. (dal 1’s.t. Milenkovic 6: a parte una sbavatura pochi minuti dopo essere entrato, il serbo non sbaglia niente blindando il reparto difensivo)

Biraghi 6.5: La scarsa propensione offensiva degli avversari gli permettono di stare più alto e dedicarsi maggiormente ai rifornimenti offensivi. Sia su cross che da calcio d’angolo si conferma in netto miglioramento offrendo palloni a ripetizioni. (dal 30’s.t. Dodo sv)
Bonaventura 6: A centrocampo è quello che si vede meno ma è comunque sempre dietro all’azione. Fondamentale nel secondo tempo in fase di palleggio per gestire il pallone e il pressing degli scozzesi. (dal 44’s.t. Zurkowski sv)

Amrabat 6.5: Nel primo tempo funge da diga davanti alla difesa correndo su ogni pallone che gli passa vicino. Sovrasta tutti e si dimostra tra i più continui ed in forma dei viola. (dal 30’ s.t. Bianco 6: esordio stagionale per il giovane viola che entra con il piglio giusto dimostrando grande personalità)

Mandragora 7: Ottimo nell’inserimento in occasione del gol del vantaggio, rete che toglie molta paura ai viola e mette in discesa la partita. Poco prima dell’intervallo ci riprova senza però fortuna. Nella ripresa si limita a gestire il pallone senza troppi rischi. 

Kouame 7.5: Nel primo tempo si vede poco, e soprattutto in fase di assistenza ai compagni, ma alla prima occasione buona finalizza in sforbiciata. Anche nella ripresa è tra i più attivi del reparto avanzato, ed è lui ad offrire l’assist al bacio a Jovic. Sempre più importante.

Jovic 7: nel primo tempo ha almeno 3 occasioni, bene in fase di servizio ai compagni. Fa di tutto per crearsi l’occasione giusta e ne sbaglia almeno 4 prima di farsi trovare libero a due passi da Gordon in occasione dello 0-3. La voglia di fare certo non gli manca, adesso l’augurio è che continui così.

Saponara 6: A metà primo tempo prende una scarpata che condiziona molto la sua partita, nei minuti finali rischia il pasticcio in area di rigore e solo Gollini salva il risultato. Nella ripresa cresce quando calano gli avversari e va per due volte vicino alla gioia personale. (dal 38’s.t. N.Gonzalez sv)