12
Fiorentina-Napoli 4-3

Fiorentina

Dragowski
5.5: Rimane la sensazione che il portiere polacco potesse fare di più sul bellissimo gol di Mertens che ha dato al Napoli il momentaneo 1-1. Poco può sugli altri gol dei patenopei.

Lirola 6: La Fiorentina ha finalmente un terzino destro, e si vede. Spinge e si sovrappone sempre, ma ancora deve crescere.

Pezzella 5.5: Partita di buon livello del capitano della Fiorentina, che viene macchiata dall’errore di posizione che regala al Napoli il quarto gol.

Milenkovic 6: Anche il serbo non è impeccabile in occasione del quarto gol del Napoli, ma durante tutta la partita è il vero trascinatore della difesa viola. Bellissimo il gol dove sormonta Koulibaly

Venuti 5.5: Gioca nella fascia opposta a quella che è la sua naturale, e alla lunga si vede. Parte forte, anche per l’entusiasmo di esordire con la maglia viola, ma dalla sua parte Insigne trova molti spazi.

Castrovilli 6: Debutto in serie A per il giovane centrocampista che mette in campo grinta e personalità. Il talento c’è e si vede, come nella palla che serve intelligentemente a Boateng per il momentaneo 3-3. Sua anche la sfortuna di essere protagonista dell’abbaglio di Massa in occasione del rigore per il Napoli)

Badelj 5.5: Mezzo voto in meno per l’errore che porta al primo gol del Napoli, dove insieme a Milenkovic regala palla ai partenopei. Partita ben giocata dal croato, che da regista puro smista molti palloni preziosi.

(31’ s.t. Benassi s.v.)

Pulgar 6.5: Debutto in maglia viola super, condito da gol e assist. Qualità e quantità a servizio della squadra, e accanto a Badelj si trova benissimo. Forse il migliore in campo tra i viola. La sua qualità sui calci piazzati può essere un fattore.

Sottil 6.5: Grande prestazione del giovane viola, che fa letteralmente ammattire Mario Rui. Ha gamba e qualità, unite ad una grande personalità. Mette palloni pericolosi per i compagni e tenta la conclusione, uno dei migliori viola.

(32’ s.t. Ribery 6: L’impatto con la maglia viola è molto propositivo, anche se non incide come vorrebbe. Reclama un rigore molto dubbio per uno strattone in area di Di Lorenzo)

Vlahovic 5.5: Koulibaly e Manolas sono forse la peggior coppia affrontabile alla prima giornata, ma il giovane viola lotta come un leone. Il serbo classe 2000 non sfigura, ma sbaglia qualche pallone di troppo.

(15’ s.t. Boateng 6.5: Entra con la voglia di spaccare il mondo, tenta subito una conclusione da lontano che impegna Meret. Trova un gol bellissimo, con una bordata da fuori che bacia il palo e si insacca)

Chiesa 6.5: Il gioiello di casa viola è una spina costante nel fianco per la difesa del Napoli. Con la sua rapidità riesce quasi sempre ad infilarsi nelle maglie della difesa del Napoli. Non riesce ad entrare nel tabellino dei marcatori, ma è il vero faro delal squadra viola.

Montella 6.5: In una sola estate ha rivoluzionato completamente la Fiorentina, che da squadra priva di idee, ha costruito un gruppo capace di far vedere cose ottime. La sua squadra pecca di inesperienza, che ha permesso al Napoli di trovare almeno due gol.

Napoli

Meret 5.5: Chiamato in causa poche volte, sul secondo gol si fa trovare nettamente impreparato, intervenendo in netto ritardo.

Di Lorenzo 6: Buona partita per il terzino partenopeo, che sembra ben inserito all’interno della difesa azzurra. Soffre Chiesa prima e Ribery poi, con un contatto molto dubbio, ma riesce a limitare i danni.

Koulibaly 5.5: Il gigante azzurro non è perfetto, in una serrata difficile per tutte le difese. Nel primo tempo è lui il baluardo del Napoli, ma nel secondo tempo viene sormontato da Milenkovic in occasione del gol del 2-2.

Manolas 6: Partita tutto sommato di buon livello per il difensore greco, che soffre la velocità dei viola, senza però commettere particolari errori.

Mario Rui 5.5: Il terzino del Napoli esce senza incidere, dopo una partita non semplice. Non vede quasi mai Sottil, che dalla sua parte spinge a ripetizione.

( 25’ s.t. Ghoulam s.v)

Allan 5.5: Meno ordine del solito per il centrocampista brasiliano, costretto a molti falli in mezzo al campo. Con Pulgar è un bel duello, fisico ed intenso, ma l’abbiamo visto più lucido

(25’ s.t. Elmas 6: Si vede poco, ma si fa trovare lucido in un momento in cui c'era bisogno di ordine in mezzo al campo.)

Zielinski 5.5: In mezzo al campo fa buona guardia, completandosi con Allan in una partita comunque difficile per il Napoli. Ingenuo quando dopo pochi minuti regala alla Fiorentina un rigore per un fallo di mano evitabilissimo.

Callejon 7: Gol di pregevolissima fattura per lo spagnolo, che trova l’angolino basso e buca Dragowski. Molto bello anche l’assist per il gol del definitivo 4-3, partita di ottimo livello.

Ruiz 6: Dello strepitoso attacco del Napoli è quello che fa il lavoro più sporco. Ottimo nelle due fasi, sia costruzione che rifinitura, è una pedina fondamentale per il gioco di Ancelotti e anche oggi si è visto.

Insigne 7.5: Il capitano del Napoli è letteralmente scatenato in una partita che non può che essere preludio ad una grande stagione. Trova due gol e confeziona un assist, trascinando letteralmente i suoi al trinfo. Non può che essere una serata da ricordare.

Mertens 7: Grande partita anche per il centravanti di serata del Napoli. Segna un gol meraviglioso, con un destro da fuori sul quale Dragowski avrebbe potuto fare qualcosa in più, guadagna un rigore furbescamente e apre l’azione del gol del 4-3.

( 38‘ s.t. Hysaj: s.v.)

Ancelotti 6: Il suo Napoli vince, ma non convice, sopratutto in difesa. La partenza è comunque positiva, ma i partenopei hanno sofferto molto la velocità della Fiorentina.