Commenta per primo

Ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, è sembrato molto soddisfatto della prova della sua squadra, che ha impattato per 0-0 contro la Juventus: “E’ mancato il guizzo da entrambe le parti. Fotogranfando la partita a caldo, posso dire che per noi è una bella iniezione di fiducia. Agonisticamente abbiamo giocato a ritmo elevato, nel finale a livello fisico sono emersi loro, ma tatticamente siamo andati bene, Per vari motivi, non ci sono stati sviluppi. Cuadrado è uscito per una botta, e vedremo domani come si sentirà. Loro geneticamente hanno qualcosa in più: noi dovevamo dare qualcosa di più del nostro limite. Nella mentalità ce l’abbiamo fatta, nella pratica, sepcie nel secondo tempo, lo abbiamo fatto un pò meno. La squadra,sul piano della mentalità, mi è piaciuta molto. La nostra squadra corre meno, e deve pressare alta. Con la Juventus ci vuole coraggio nel pressing alto. La qualità di Joaquin è straordinaria, mi sta dimostrando di avere lo stesso entusiasmo e spirito di sacrificio che aveva da ragazzo. Avrebbe potuto fare di più a livello di potenizalità, ma si è messo a disposizione per noi con la massima abnegazione. Gomez sta bene, oggi ha fatto una partita molto fisica ed ha speso molto in fase di ripiegamento. In queste paritte anche gli attaccanti devono sacrificarsi. Sta bene fisicamente e mentalmente. Marin è arrivato in condizione fisica non adeguata, oggi non me la sono sentita di inserirlo in una partita molto agonistica, si deve essere abituati a questo ambiente. Quando si integrerà, potrà dare molto sul piano della velocità e degli inserimenti. Contratto di Neto? Sono cose che capitano, non è detto che in settimana non firmi. Può diventare un portiere di prima fascia ma deve giocare ancora nella Fiorentina per crescere e andare in una squadra di prima fascia". 

 

Get Adobe Flash player