Commenta per primo
A seguito delle notizie sul probabile addio di Lucas Torreira alla Fiorentina, l’edizione di quest’oggi de Il Corriere dello Sport si sofferma su colui che probabilmente, almeno fino a che non arriverà qualche altro giocatore in sede di mercato, dovrà sostituire il centrocampista uruguaiano nella mediana viola. Stiamo parlando del mediano marocchino ex Verona Sofyan Ambrabat: il numero 34 della Fiorentina dopo una partenza in sordina, a suon di prestazioni, si è assicurato la fiducia di Vincenzo Italiano che nell’ultimo mese e mezzo lo ha spesso mandato in campo dal primo minuto.
 
A partare di lui è stato il fratello Nordin che sulle colonne del Corriere ha raccontato alcuni particolari dell’esperienza in viola del marocchino. Queste le sue parole: 
“Non sono sorpreso dal rendimento di Sofy. È uno dei migliori mediani in Serie A e ha fatto forse le prestazioni più belle durante il Ramadan. Per questo dico una parola sola: rispetto. Non penso che Italiano lo abbia cambiato molto. Credo che la differenza l’abbia semmai fatta la continuità e la fiducia che l’allenatore gli ha trasmesso. Per il modo in cui recupera palla e fa ripartire il gioco con un tocco non esistono molti giocatori come lui: se andrà avanti così, Sofyan potrà giocare nel ruolo di campioni come Kroos, Kanté o Casemiro“.
 
Infine ha raccontato anche un retroscena: “Sofy può diventare un giocatore importante per i viola ma solo se giocherà tutte le gare. In passato gli avevo consigliato di lasciare Firenze per trovare più spazio ma lui ama troppo la città e il club”.