1
Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match con il Napoli: "Abbiamo avuto più tempo per lavorare insieme, partono in vantaggio quelli che lavorano più tempo con me. La sosta spesso è importante,  ma in questo caso ci ha creato qualche problema per lavorare perché tanti giocatori, soprattutto in difesa erano assenti. I Nazionali sono tutti in condizione. I sudamericani, arrivati più tardi, hanno passato un giorno a viaggiare, anche se sono abituati e non patiscono i cambi di orari. Anche loro stanno bene. Kalinic? Ha preso una botta la prima partita con la Croazia, ne ha risentito nella seconda. Comunque, anche parlando con i medici, non c'è nessun problema. Sarri? E'un grande collega, troveremo una squadra molto in forma in questo periodo. Sono un “ipnotizzatore”? Credo che la convinzione sia fondamentale, devi essere sempre convinto di ciò che fai. Noi dobbiamo sostenere la creatività del singolo per arrivare ad un’identità comune sul campo. Le vittoria ovviamente portano ancora più fiducia e convinzione". 

IL PRIMO POSTO - "Essere primi non può essere un problema. Alla pari del Napoli? Credo che faccia parte di quelle squadre superiori a noi, ha un organico importante. Noi abbiamo dei limiti, ma in alcune circostanza dobbiamo andare al di là dei nostri limiti".