1
Il direttore sportivo della Fiorentina, Daniele Pradé, ha parlato a Sky Sport nel prepartita della sfida contro il Veorna:

I TIFOSI - "Stiamo vivendo una situazione particolare, ci mancano i nostri tifosi e il rapporto con loro sia nel bene che nel male, nell'esaltarci e nel criticarci,. Io non posso far altro che ringraziarli anche a nome del presidente":

JURIC - "Malintesi che accadono, non c'è bisogno di chiedere scusa anche perché ho già sentito il mio amico D'Amico a Verona. Stimo Juric, e devo dire che è stato anche furbo perché ha caricato tutto. Lavoriamo con loro, perciò gli auguro tutto il meglio, ma oggi ci lascino i tre punti". 

5 CAMBI - "Avevamo fatto una rosa così ampia proprio perché i cinque cambi dovevano essere la nostra arma determinante. Finora non lo sono stati, ma dico che un dirigente lavora nella maniera più attentea  poi ci sono situazioni esterne. Si è innescato un meccanismo di negatività e Prandelli deve essere bravo a lavorare su quello".

MILIK E PIATEK - "Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Ci abbiamo provato a luglio, ora non li prendiamo in considerazione".