2
Cesare Prandelli, allenatore della Fiorentina, ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Benevento:

“Nella settimana abbiamo lavorato parecchio, e forse la squadra ha risentito della fatica. La personalità diventa importante quando tutta la squadra ha idea di come sviluppare il gioco. Non voglio trovare scusanti, sono deluso. Avevamo preparato la gara con Bonaventura che si è infortunato, e poi Ribery ha chiesto il cambio. In quel momento la squadra ha ritrovato delle paure. Questa squadra è molto fragile dal punto di vista mentale, e in certi momenti non la vivono come un gruppo. Siamo stati lenti, non siamo stati squadra. Se le cose funzionano viene fuori la sicurezza, quando le cose non vanno ci sono solo movimenti prevedibili. Abbiamo avuto un’interpretazione sbagliata, abbiamo preso tanti contropiedi, ma non è un problema di sistema di gioco, ma di concetto di squadra”.