Commenta per primo
Riccardo Sottil, giovane attaccante viola, ha parlato al Corriere dello Sport

COMPAGNI - “E’ inutile aggiungere aggettivi su Federico Chiesa. Le sue qualità sono sotto gli occhi di tutti ed io sono convinto che possa crescere ancora. Vlahovic è giovane, ma i numeri di cui è capace li abbiamo apprezzati tutti. Sì, può diventare un elemento decisivo”.  

RIBERY -  “Si può imparare da tanti, ma io quest’anno ho un grandissimo campione accanto, Ribery. Gioca nella mia stessa posizione e a lui posso rubare segreti. In più, anche lui cerca di darmi i giusti suggerimenti per migliorare nella mia performance. E’ un fenomeno, da qualunque prospettiva. Per noi giovani è un punto di riferimento. Anche durante i mesi in cui era fermo per l’infortunio alla caviglia, Franck c’è sempre stato. Che fosse un campione lo sapevamo, ma averlo fisicamente accanto è un onore”.

COMMISSO - “Voglio diventare un calciatore importante per la Fiorentina e per questa nuova proprietà, ambiziosa e con tantissimi progetti. E mi auguro, un giorno, di poter giocare in Europa. Con questi colori. Il Presidente ha portato entusiasmo, lui e la sua famiglia non ci fanno mancare affetto e supporto, esattamente come i direttori Pradè e Barone. Mi auguro intanto di regalargli un risultato importante”