Commenta per primo
Arrivato in Perù, dopo uno sbarco in Olanda per un consulto medico alla caviglia destra infortunata, l'esterno sinistro viola Juan Manuel Vargas ha dichiarato ai media del suo Paese la sua disponibilità a restare anche l'anno prossimo in maglia viola, perché preferirebbe giocare, invece di finire magari in un grande club col rischio di diventare un possibile panchinaro. Ma se con Cesare Prandelli come allenatore Vargas aveva trovato un accordo per la permanenza in viola - visto che il rapporto fra i due, nonostante alcune manifestazioni di nervosismo del peruviano, era eccellente - con l'arrivo di Sinisa Mihajlovic sulla panchina gigliata si apre un problema principalmente di ordine tattico. Vargas infatti ha giocato sempre nel 4-2-3-1 di Prandelli come esterno alto, mentre nel 4-3-3 del serbo dovrebbe tornare a svolgere il ruolo di terzino, in quanto inadatto ad una mediana a tre come interno di sinistra. Più facile prevedere una partenza dello stesso Vargas per fare cassa in vista del mercato estivo, anche se la quotazione del 26enne di Lima per il direttore generale viola Pantaleo Corvino è di minimo 25 milioni di euro, a fronte dei 13 e mezzo pagati al Catania due estati fa.