133
Oggi, Gigi Buffon, compie 43 anni. E Ilaria D'Amico, suo compagna, dalle pagine di Tuttosport parla del portiere della Juventus, svelando retroscena anche sul futuro: "Se Gigi ci tiene al suo compleanno? Secondo me ci tiene più adesso di prima. Ormai è una vera festa in famiglia. Se c'è qualcosa che è meglio non dirgli? Devo ammettere che ha proprio un buon carattere, la parte più aggressiva di lui è l'agonismo che mette in campo. Fuori è una persona zen. Cerca sempre di vedere il buono delle persone e delle cose. E' un ottimista. E' gioia di vivere". 

SULLA BESTEMMIA - "E' una cosa che fa parte della sua toscanità. Nonostante la mamma sia la donna più religiosa che conosca e Gigi stesso sia molto praticante, ci sono delle espressioni colorite che fanno parte del suo gergo. Se i nostri figli dicono una parola fuori posto, lui si arrabbia moltissimo. E' un gergo più legato al campo e sarei curiosa di sapere se effettivamente ha pronunciato la lettera D o la Z, lui di solito dice 'zio'... Deve cambiare espressioni, comunque. E' il primo che ci resta male quando gli scappa". 

I RECORD - "Di traguardi ne ha ancora tanti da raggiungere, ce n'è almeno uno in particolare. Se arriva bene, altrimenti pazienza. Stesso discorso per la Champions. Parliamo di uno che ha perso il primato del sesto mondiale. E soprattutto di uno che, in accordo con la Juventus, nel 2017/18, aveva deciso che avrebbe smesso. Pensate che proprio l'altro giorno ho rivisto coi bambini Tottenham-Juve 1-2 del 2018, quello delle incredibili parate di Gigi. E ho pensato che nel 2018 era stato commesso un errore. Gigi per primo e la Juventus poi decisero guardando al passaporto, non al suo rendimento. Per fortuna è arrivato il Psg, così prima abbiamo fatto una bella esperienza a Parigi e poi Gigi si è riunito con la sua Juventus". 

IL SUO AIUTO - "Mi auguro di avergli dato energia con la felicità. L'amore fa fare tutto con entusiasmo. Per il resto i meriti sono tutti suoi". 

IL PROSSIMO ANNO - "Deciderà fra qualche mese. Diciamo che a marzo inizierò a scrutare la situazione. Comunque non penso che lo avrò a casa tantissimo in ogni caso. Siamo tutti e due molto dinamici. Però, allo stesso tempo, siamo anche due pigroni. L'altro giorno, guardando Harry Potter coi bambini, ci siamo detti: 'Però, non si sta male sul divanone di pomeriggio'". 

MIURA - "Una volta lo ha citato mio figlio Pietro: 'Miura gioca ancora e ha più di 50 anni'. Gigi si è messo a ridere e scherzando ha detto: 'Batterò anche lui'. Allenatore come Pirlo? L'allenatore e il portiere sono i ruoli con più pressione. Siccome sono già stata la compagna di un portiere, spero di non diventare anche quella di un tecnico".