13
Dopo la sconfitta di venerdì con il Milan arrivano ulteriori cattive notizie per la Sampdoria di Massimo Ferrero. Stando a quanto riferisce L'Espresso, i guai arrivano dalla Gable, compagnia di assicurazioni in gravi difficoltà finanziare che lunedì scorso ha manifestato la propria volontà di volersi ritirare dalla Borsa inglese. Secondo il settimanale, che ha consultato un file di documenti riservati, la Gable avrebbe promesso a Ferrero la garanzia sui debiti del calciomercato che si aggira attorno ai 12 milioni di euro. E non finisce qui: sì, perchè almeno un terzo delle 60 squadre di Lega Pro è riuscita ad iscriversi al campionato grazie alle fideiussioni  siglate proprio dalla compagnia che oggi si trova sul'orlo del fallimento. Tra le squadre interessate c'è anche il Bari che ha dovuto pagare una fideiussione di 800 mila euro per iscriversi al campionato di B.

LE SQUADRE COINVOLTE - Tra le formazioni di Lega Pro a beneficiare di queste fideuissioni sono state  Akragas, Arezzo, Casertana, F. Andria,Fondi, Lupa Roma, Maceratese, Matera, Melfi, Mantova, Messina, Modena, Olbia, Pordenone, Reggina, Siena, Santarcangelo, Siracusa, Taranto e Venezia. La società ha assicurato che onorerà gli impegni con le squadre ma L'Espresso si interroga quali siano le garanzie che la società inglese possa dare in un momento talmente delicato, sottolineando come gli organi di controllo della Federazione non abbiano avuto nulla da ridire di fronte alla proliferazione della Gable, il prezzo delle cui azioni è crollato del 90% nell'arco di un anno.