35
Un talento genuino, un futuro tutto da decidere. Gianluca Gaudino è il nome nuovo del calcio tedesco, l'ennesimo prodotto del vivaio della squadra campione di Germania, il Bayern Monaco. Fino al 13 agosto era un perfetto mister nessuno, dalla sfida di Supercoppa contro il Borussia Dortmund, nella quale ha giocato titolare, è diventato quel centrocampista che tutti vogliono. Anche in Italia. La sua storia è tutta tedesca ma è legata in maniera indelebile all'Italia: nato l'11 novembre 1996 ad Hanau, cittadina a circa 25 chilometri da Francoforte, cresciuto nel vivaio bavarese, Gianluca è figlio di Maurizio, attaccante che tra gli anni ottanta e gli anni novanta ha trovato la sua dimensione in Bundesliga con Stoccarda ed Eintracht Francoforte.

LOW COST - Centrocampista d'ordine con la testa sulle spalle, Gaudino è l'ultima 'invenzione' di Guardiola, che apprezza la sua duttilità e la sua professionalità. Sabato contro lo Stoccarda l'ha 'inventato' difensore centrale dopo l'uscita di infortuno di Badstuber, dando un segnale all'ultimo arrivato Benatia, rimasto in panchina a guardare. Una risorsa per il Bayern del presente ma non è sicuro che lo sia anche per il futuro. Gaudino è legato all'FC Hollywood, come viene chiamato in patria, da un contratto non da professionista fino al giugno 2015, con una 'paghetta' da 250 euro al mese, e sta trattando il rinnovo, ma sullo sfondo c'è Juventus, che ha tutta l'intenzione di portarlo a Torino.