Commenta per primo
Intervistato in diretta Skype dalla Domenica Sportiva, il centrocampista del Genoa Valon Behrami ha parlato della difficile situazione Covid vissuta dai rossoblù nelle scorse settimane: "In diciassette siamo risultati positivi. Abbiamo vissuto dei periodi piuttosto difficili, isolati in casa. Anche mentalmente ad un certo punto diventa tutto complicato. Poi fortunatamente piano piano siamo tutti rientrati. Però ora ad ogni caso positivo dobbiamo tornare tutti in isolamento fiduciario in casa. Questa settimana prima di ogni allenamento bisognava fare il tampone rapido per poi permetterci di allenarci: sono momenti decisamente particolari".

Nonostante ciò il centrocampista d'origine kosovara si dice convinto che il pallone non debba fermarsi: "Il calcio deve andare avanti. Però mi preoccupa il disamoramento delle persone, perché giustamente nella vita ci sono altre priorità. E anche in una città calda come Genova, anche quando c'è il derby, il calcio non è più l'argomento principale di cui parlare".

Behrami, infine, fa un'anticipazione sul proprio futuro: "Mi ero iscritto lo scorso anno al corso di allenatori di Coverciano ma a seguito del COVID si è creata una certa fila, però a breve inizieremo il corso online".