1
È ampiamente positivo il bilancio economico del Genoa alla fine del mercato di gennaio.

Il merito deriva soprattutto dalla cessione di Krzystzof Piatek al Milan, fruttata 35 milioni di euro alle casse rossoblù. A questi bisogna poi aggiungere i 3,5 milioni ricevuti dalla Juventus per il riscatto del giovane centrocampista Luca Zanimacchia. Tutte a zero invece le altre partenze, avvenute prevalentemente in prestito.

Ben più contenuta la somma degli acquisti, che ammonta a 15 milioni. La cifra più alta, 4 milioni, è stata sborsata per Radovanovic mentre Jandrei e Sanabria sono costati al momento 2 milioni ciascuno, anche se sul paraguaiano dovrà essere versata un'altra ventina di milioni in caso di riscatto tra 18 mesi. Riscatto che risulterà invece obbligato sia per Sturaro che per Lerager, pagati finora complessivamente 2,5 milioni ma con il dovere di versarne altri 13 in totale a Juventus e Bordeaux. 7 sono i milioni che spetteranno all'Udinese per Pezzella, andando così ad aggiungersi a quello già stanziato, in caso di definitivo acquisto a giugno. 1 e 2,5 milioni sono infine le cifre spese per garantirsi a titolo definitivo le prestazioni dei giovani Andras Schafer e Filip Jagiello.

In sostanza, in poco meno di un mese, il saldo positivo fatto registrare dal Grifone è pari a 23,5 milioni di euro.