La luna di miele tra il Genoa e Antonio Sanabria è finita da un pezzo. Dopo un primo impatto devastante con la maglia del grifone, coronato da 3 reti nelle prime quattro uscite ufficiali, il centravanti paraguaiano non ha più lasciato traccia di sé all'ombra della Lanterna. L'ultima sua rete risale esattamente a 2 mesi fa, il 17 febbraio nel corso della gara vinta 2-1 in rimonta dal Grifone con la Lazio. Da allora non solo l'ex attaccante del Betis, arrivato a gennaio per sostituire l'implacabile Piatek, non ha più avuto modo di esultare ma spesso e volentieri, soprattutto negli ultimi tempi, se dovuto accontentare di entrare in campo a partita in corso

Ora però per lui potrebbe esserci una nuova opportunità di riconquistarsi l'affetto del popolo rossoblù. Sabato pomeriggio contro il Torino Cesare Prandelli dovrà Infatti obbligatoriamente fare a meno di Goran Pandev, fermato per un turno dal giudice sportivo. Una contingenza che dovrebbe indurre l'ex commissario tecnico a puntare nuovamente sul tandem offensivo composto da Kouame e dallo stesso Sanabria.

La speranza è quella che assieme al giovane centravanti sudamericano si risvegli l'intero pacchetto offensivo del grifone, a segno in appena tre occasioni nelle ultime 8 gare.