1
Santiago Gentiletti si appresta a vivere la sua seconda stagione con la maglia del Genoa.

Dal ritiro austriaco di Neustift, il difensore argentino ha parlato delle sue impressioni in vista della prossima annata ai microfoni del sito ufficiale rossoblù: “Dopo un anno strano, proviamo a svoltare con l’intenzione di fare un campionato all’altezza del blasone del Genoa. Al di là dei nostri demeriti, non meritavamo di lottare sino all’ultimo per la salvezza. Troppe gare erano girate in senso storto finendo per inguaiarci".

Luglio, oltre che il mese dei ritiri, rappresenta anche il cuore del calciomercato, con voci di entrate ed uscite che si rincorrono giornalmente: "I nuovi acquisti sono sempre i benvenuti - ha proseguito Gentiletti - da noi trovano un gruppo che si fa in quattro per facilitare l’inserimento. Sono arrivati giocatori che possono darci una grande mano, in una società e un ambiente dove lavorare con lo spirito giusto".
Chi non manca mai, anche aldilà delle alpi, sono i tifosi: "Loro sono un traino fondamentale per la squadra - ha detto ancora Gentiletti - da avversario al Ferraris ricordo che è sempre stata dura".

L'ex laziale analizza infine le aspettative della squadra per la stagione in divenire: "Di sicuro vogliamo fare meglio e puntare più in alto di una semplice salvezza. Senza ansia è lecito coltivare, con i piedi per terra, ambizioni importanti anche se poi è sempre il campo a giudicare. Stiamo curando la preparazione al meglio per farci trovare pronti. Sono ottimista e penso positivo”