Commenta per primo
La tanto temuta ipotesi playout, per decretare le tre squadre che scenderanno dalla Serie A alla B, resta in campo, a dispetto della posizione contraria espressa a più riprese dal Genoa.

Nel caso in cui entro il prossimo 11 luglio il massimo torneo nazionale dovesse subire un nuovo e definitivo stop gli spareggi sarebbero la soluzione attuabile per sancire i verdetti in coda alla classifica. Ciò che resta ancora da stabilire è il numero di squadre che vi prenderà parte. Tre le ipotesi alternative, che comprendono 4, 6 oppure 8 squadre. In ognuno dei casi, allo stato attuale, il Genoa sarebbe sempre comunque coinvolto mentre a cambiare sarebbe l'avversario di turno.

Nella prima ipotesi, quella che coinvolgerebbe solo quattro formazioni, i rossoblù si scontrebbero con il Brescia ultimo in classifica e successivamente con la vincente della sfida tra Spal e Lecce. Soltanto vincendo entrambe le gare il Grifone si garantirebbe la salvezza. In caso di spareggi a sei la formula sarebbe ben diversa, dando maggior vantaggio alla quintultima e alla sestultima in classifica, posizioni attualmente occupate da Sampdoria e Torino.

Con un playout a 8 squadre, infine, nel calderone entrerebbero anche Udinese e Fiorentina e per il Grifone si paventerebbe il rischio, al primo turno, di un temibile derby salvezza con i cugini blucerchiati.