Uno degli ultimi arrivati in casa Genoa è anche uno dei primi a prendere la parola dal ritiro di Neustift. 
Koray Gunter, difensore tedesco di 23 anni proveniente dal Galatasaray, ha chiacchierato questa mattina con il sito ufficiale della società rossoblù: "Quella che mi ha offerto il Genoa è la mia più grande occasione. Ho trovato un ambiente familiare, tanti giovani con la voglia di vincere come ho io. So che devo imparare, ma mi aspetto molto".

Cresciuto nel Borussia Dortmund, Gunter dopo un ottimo avvio di carriera si è visto frenato da un paio di brutti infortuni che ne hanno frenato la crescita ma non l'ambizione:  "Ho iniziato a giocare a calcio a cinque anni, seguendo le orme di mio fratello. E’ stata dura andare via dalla famiglia a 12 anni, quando entrai nell’academy del Borussia Dortmund. Diventare un calciatore è stato un sogno che ho realizzato, ne è valsa la pena fare quei sacrifici”.

Tra i suoi allenatori, nel recente passato, alcuni mostri sacri della panchina come Jurgen Klopp, Roberto Mancini e Cesare Prandelli: "Ognuno con il suo stile, tutti mi hanno dato qualcosa di importante. Klopp ha speso tempo e parole per me, cambiando il mio modo di giocare. Credeva nelle mie qualità, ma ero troppo giovane. E’ stato lui ad aprirmi le porte dei professionisti. Ballardini mi ha colpito per come si sta prendendo cura di noi, dà indicazioni molto chiare. Spero di parlare presto la lingua”.

Queste le sue caratteristiche: "Sono un difensore centrale, posso giocare a tre o a quattro, anche da laterale destro. Penso di cavarmela bene nell’uno contro uno e ho tecnica per uscire palla al piede. Sarà importante collaborare con i compagni: gli obiettivi personali scivolano in secondo piano. Sono venuto al Genoa per entrare a fare parte della sua storia, che mi mette i brividi, nell’anno del 125° anno dalla fondazione. Sono orgoglioso di ciò”. 

Infine, ai microfoni di Primocanale, il neoacquisto rossoblù ha parlato anche di ciò che l'attende in Serie A: "Non vedo l'ora di giocare il derby con la Sampdoria ma anche di marcare Cristiano Ronaldo".