Calciomercato.com

  • Genoa, le pagelle di CM: Bani giganteggia, Retegui graffia ancora

    Genoa, le pagelle di CM: Bani giganteggia, Retegui graffia ancora

    • Marco Tripodi
    Genoa-Napoli 2-2

    Martinez 5,5:
    un paio di provvidenziali e tempestive uscite di pugno, qualche rinvio azzardato con i piedi e la sensazione di non essere esente da colpe sulla staffilata vincente di Raspadori. Nulla può, invece, sul tiro di Politano.

    De Winter 6,5: debutta in rossoblù nella sera potenzialmente più difficile. Tuttavia non si spaventa di fronte a uno Kvaratskhelia decisamente sottotono, esaltandosi viceversa con il passare dei minuti. Spizzica di testa la palla che Bani scaraventa in rete, trasformandosi in inatteso assist-man.

    Bani 7,5: argina la strapotenza di Osimhen con mestiere e malizia. Poi ne veste addirittura i panni andando a realizzare una rete da condor. Attento e pulito. Titano.

    Dragusin 7: si rimpalla con Bani la marcatura di Osimhen, chiudendo il nigeriano nelle poche occasioni in cui il collega di reparto lo lascia sgusciare via.

    Martìn 6,5: schierato come quarto di difesa, annulla Elmas che non a caso è il primo ad abbandonare la contesa. Dopo il riposo se la vede con Politano riservandogli il medesimo trattamento. Almeno fino al guizzo del pareggio.

    (dal 44' st Vasquez SV)

    Sabelli 6,5: aiuta De Winter sulla corsia di destra al cospetto dello spauracchio Kvaratskhelia e quando può scappa via sulla fascia. Pendolino.

    (dal 29' st Malinovskyi 6: Gila lo butta dentro con il chiaro intento di alzare il baricentro di una squadra e lui obbedisce assecondato da una tecnica sopraffina)

    Badelj 6,5: abbassa saggiamente i ritmi di gioco impedendo al motore del Napoli di girare a pieni giri.

    Strootman 7,5: sovrasta Zielinski e Anguissa vincendo la quasi totalità dei duelli in mezzo al campo. Suo l'assist vincente per il raddoppio di Retegui ma anche una decisiva chiusura in area rossoblù su Kvara. Forse non è un caso che appena lui esce il Napoli ritrovi la luce.

    (dal 29' st Thorsby 5,5: entra nel momento più delicato della gara e non riesce a tamponare adeguatamente la manovra partenopea. Nel finale sfiora il gol del 3-2 in spaccata)

    Frendrup 6: un po' mezzala, un po' esterno, a volte lo ritrovi pure sulla trequartista. Moltiplica se stesso nell'aiutare squadra e compagni. Si perde Politano, in collaborazione con Martin, nell'azione che porta al pari partenopeo.

    Gudmundsson 6,5: pronti, via e fa ammonire Elmas dopo 15 secondi di gioco. Un lampo che resta isolato per 45'. Cresce esponenzialmente nella ripresa, sfruttando i varchi lasciati da un Napoli alla ricerca del pari che ne esaltano le doti di palleggiatore.

    Retegui 7: si abbassa molto alla ricerca di palle utili che lavora e mette a disposizione dei compagni. Impegna Meret con un siluro dalla distanza deviato in angolo dal portiere della Nazionale. Poi dimostra le sue doti da animale d'area trasformando in oro l'assist di Strootman.

    All. Gilardino 6,5: affronta il Napoli a viso aperto come aveva fatto con la Lazio all'Olimpico. E per 75' la sua squadra è praticamente perfetta: attenta in difesa, ermetica a centrocampo, cinica in attacco. Poi due lampi napoletani riportano tutto in equilibrio. Ne esce un pareggio che se alla vigilia sarebbe stato oro colato, al 90' lascia l'amaro in bocca per come è arrivato. La strada del Grifone è comunque quella giusta.

    Altre Notizie