Commenta per primo
Hellas Verona-Genoa 0-0

Perin 6,5: bravo e attento su tutte le conclusioni avversarie e miracoloso nella ripresa.

Zapata 6,5: padroneggia nella propria area di rigore, aiutato anche dalle ultime scelte degli avversari, spesso addosso a lui. 

Bani 6: primo tempo positivo, poi soffre un poco la velocità di Colley, ma senza troppi rischi. Esce per infortunio. 
(dal 24' s.t. Goldaniga 6: non è facile entrare in una fase di gioco dove l'avversario sta avendo il miglior momento della gara, ma con freddezza si adatta subito ai ritmi.)

Masiello 6: buone giocate d'anticipo e senso della posizione. 

Ghiglione 6: combatte e si propone come può, anche a costo di sbagliare. Bene sino alla fine.

Radovanovic 6: cerca spesso il traversone lungo per i propri compagni a scavalcare il centrocampo avversario, anche rischiando l'errore. Con un poco di precisione in più poteva creare maggiori pericoli.
Badelj 5: troppo disordinato e spesso in ritardo negli interventi. Male.
(dal 32' s.t. Behrami: s.v.)

Rovella 6,5: gioca molto bene soprattutto nel primo tempo, collezionando assist al bacio. Nella ripresa si spegne, complice la grande stanchezza.
(dal 32' s.t. Eboa: s.v.)

Czyborra 5,5: si è abituati a ben altre prestazioni, ma l'attenuante stanchezza può aver giocato un bel ruolo. 

Pandev 6,5: migliore dei suoi, sia nelle giocate da attaccante puro, sia da quelle di rifinitore. 
(dal 32' s.t. Parigini: s.v.)

Shomurodov 5: poche azioni pericolose e quasi sempre annullato dai difensori avversari. 
(dal 18' s.t. Scamacca 5,5: non fa molto di più rispetto al compagno, finendo per perdersi tra le maglie avversarie, complice anche un Genoa tutto difensivo. )

All. Maran 6: non era facile affrontare una gara dopo le tante peripezie avute, con tanti giocatori che si sono allenati poco, ma comunque il Genoa dimostra di aver grande spirito combattivo. L'allenatore poi azzecca i tempi dei cambi per dare freschezza alla squadra e resistere sino all'ultimo.