3
Passano le ore e i giorni ma la situazione panchina in casa Genoa non sembra volersi risolvere. 

Dopo il rifiuto di Davide Ballardini, che nella giornata di ieri, ha fatto capire di non aver intenzione di prendere in mano le redini del Grifone per la quarta volta, la dirigenza rossoblù sembra voler approfittare della sosta natalizia per prendersi una pausa di riflessione. Anche perché all'interno della società paiono esserci diverse correnti di pensiero. Da una parte c'è quella del neo direttore sportivo, Francesco Marroccu, che spalleggiato dal figlio del presidente Matteo Preziosi, spinge per portare a Pegli l'ex cagliaritano Diego Lopez; dall'altra c'è invece il numero uno in persona che non sembrerebbe particolarmente convinto dall'uruguaiano e pur non perdendo le speranze di convincere Ballardini a tornare sui suoi passi, preferirebbe richiamare alla base Aurelio Andreazzoli, ancora sotto contratto nonostante l'esonero dello scorso ottobre. In alternativa Preziosi non esclude l'ipotesi di puntare su Davide Nicola, suo vecchio pallino ed ex difensore rossoblù.

In tutto questo Thiago Motta resta alla finestra. Virtualmente sfiduciato ma ancora ufficialmente in sella.