66
Due anni dopo Kris Piatek la storia può ripetersi. A 24 mesi di distanza dal contestato addio al centravanti polacco, arrivato nel bel mezzo della stagione 2018-19, il Genoa starebbe per replicare una situazione analoga, vendendo il suo attaccante potenzialmente migliore a pochi mesi dal suo acquisto. Ad essere ceduto, questa volta, sarebbe Eldor Shomurodov, che a detta di alcuni rumors provenienti dal capoluogo piemontese la Juventus vorrebbe portare a Torino già in questa sessione di trattative. Un incubo per i tifosi del Grifone che nelle ultime settimane hanno cominciato ad apprezzare le doti dell'attaccante uzbeko e che ora temono di poterlo già perdere nonostante il giocatore abbia già militato in due club differenti in questa stagione. 
 
 


A turbare la serenità dei sostenitori rossoblù ci si mette infatti una regola transitoria introdotta quest'estate dalla Fifa. Se fino alla scorsa stagione nessun giocatore poteva indossare tre maglie diverse nel corso della stessa annata agonistica, ora ciò è liberamente concesso dai regolamenti. Come ci spiega l'avvocato esperto in diritto sportivo Jean Cristophe Cataliotti: "Con la circolare 1720 del 11.6.2020 è stata introdotta una norma transitoria da parte dell'ente mondiale del pallone, recepita successivamente anche dalla nostra Federcalcio, che dà la possibilità ad un calciatore di scendere in campo con tre club differenti nell'arco della stagione 2020-21. In sostanza questa deroga, valida fino al prossimo 30 giugno, permetterebbe eventualmente a Shomurodov di giocare per la Juventus, o per qualsiasi altro club, pur avendo già disputato gare ufficiali con Rostov e Genoa dopo il 1 settembre 2020". 
L'uzbeko prima di approdare al Genoa ha infatti vestito in questa stagione la maglia del Rostov, club con il quale ha disputato non solo gli ultimi tre campionati russi, ma anche le prime gare di quello attuale. Eldor tra agosto e settembre scorsi è sceso in campo in 8 gare di ​Prem'er-Liga e in una di Europa League. Secondo i vecchi regolamenti Fifa, quindi, non avrebbe potuto giocare in una terza squadra prima del prossimo 1 luglio. Ora però questa eventualità verrebbe meno permettendo alla Juve di tesserare e schierare Shomurodov già da subito. Con buona pace dei tifosi rossoblù.