4
Un occhio al calendario e uno alla classifica: così il Genoa si prepara a fare visita al Milan.

Con dieci punti di vantaggio sulla zona retrocessione e otto turni di campionato ancora da giocare, i rossoblù potrebbero trascorrere questo finale di stagione in tutta serenità. Le insidie tuttavia sono sempre dietro l'angolo, soprattutto per una formazione che sa come complicarsi la vita. Per il Grifone queste insidie nell'immediato futuro hanno i colori di Benevento e Spezia. Sanniti e levantini saranno infatti gli avversari che i rossoblù affronteranno nel giro di quattro giorni, tra mercoledì e sabato della prossima settimana. Due sfide, probabilmente decisive per le sorti della corsa salvezza, alle quali Davide Ballardini vuole arrivare senza lasciare nulla al caso, in modo da chiudere in anticipo qualsiasi ulteriore questione.

Prima del doppio confronto diretto, però, sulla strada del Genoa ci sarà come detto la vice-capolista Milan da affrontare in quel San Siro espugnato l'ultima volta poco più di un anno fa, all'alba dell'era Covid. Una vittoria rivelatasi fondamentale per i rossoblù che a fine stagione conquistarono l'ennesima salvezza sul filo di lana anche grazie agli insperati tre punti raccolti a casa di Ibrahimovic e compagni. Un'impresa che tutti a Pegli si augurano di poter replicare ma che in maniera altrettanto plebiscitaria considerano realisticamente difficile. Anche per questo Ballardini contro i rossoneri potrebbe rispolverare quel robusto turn-over utilizzato alla vigilia del derby di ritorno in questo stesso stadio poco più di un mese fa contro i cugini nerazzurri. 
Calcolando le evidentemente basse percentuali di successo vantate dai rossoblù e, soprattutto, i due impegni decisivi che bussano ai portoni di Villa Rostan non sarebbe poi così sorprendente se anche con il Milan il tecnico di Ravenna facesse riposare alcune delle sue pedine più preziose, esattamente come fece contro l'Inter. Un comportamento che nulla avrebbe a che fare con la par-condicio ma ad ogni modo avrebbe anche l'effetto secondario di spegnere quelle polemiche sorte all'indomani della sfida con la squadra che si appresta a festeggiare il suo 19° titolo nazionale. Ma che soprattutto, permetterebbe al Grifone di risparmiare energia fisiche e mentali importanti in vista di due appuntamenti che non si possono assolutamente fallire.