Commenta per primo

Gilardino pronto al rinnovo, in alternativa futuro tra Premier e Liga.
Secondo il Corriere dello Sport-Stadio, se Alberto Gilardino dovesse decidere di lasciare Firenze la destinazione prescelta non sarebbe quasi certamente un club italiano. La richiesta della Fiorentina per il cartellino del centravanti viola si aggira attorno ai 18 milioni di euro, una cifra che al momento sembra aver scoraggiato quantomeno le pretendenti in Italia. D'altronde, lo stesso Gilardino lascerà Firenze solamente se davanti avrà un'alternativa interessante. L'offerta giusta allora - scrive il quotidiano - potrebbe arrivare da Inghilterra o Spagna: Chelsea e Manchester City da una parte, Villareal e Valencia dall'altra. Se la grande occasione, comunque, non dovesse arrivare non è escluso che Gilardino alla fine scelga di prolungare il contratto.

Amauri o Maxi Lopez per il dopo Gilardino, Vucinic resta un'ipotesi.
Secondo quanto riportato questa mattina dal Corriere dello Sport-Stadio, in caso di addio di Alberto Gilardino, la soluzione preferita da tutto il gruppo viola sarebbe Mirko Vucinic, anche se l'operazione al momento non risulta affatto semplice. In caso di scambio con la Juventus, invece, ai viola piace Amauri ma potrebbero essere interessati anche a Vincenzo Iaquinta. Il ds viola, comunque, preferirebbe puntare sull'eventuale cessione cash di Gilardino, in questo senso, erede del centravanti viola potrebbe essere Maxi Lopez, senza scordarsi di Funes Mori e Straqualursi.

Barreto ha già detto sì alla proposta viola, Corvino può liberare Mutu?
Barreto il suo sì alla proposta viola potrebbe averlo dato già dal gennaio scorso - scrive La Nazione - la Fiorentina, dunque, potrebbe arrivare all’ingaggio del centravanti del Bari nel giro di poco tempo, risolvendo poi la questione a titolo definitivo con l'Udinese, visto che il giocatore è in comproprietà. Mutu è sul mercato, e la Fiorentina pare essere intenzionata a lasciarlo libero di accasarsi altrove.

Corvino-Bozzo: incontro fuori Firenze, si tratta futuro di Cassano e Gila.
Secondo La Nazione tra Corvino ed il manager di Cassano, Bozzo, è previsto un incontro che tuttavia, si svolgerà lontano da Firenze. L'ipotesi che FantAntonio possa arrivare a Firenze resta dunque plausibile, durante l'incontro però, si parlerà anche del futuro di Gilardino. Chiesto con insistenza dalla Juventus a gennaio, la Fiorentina fissò all'epoca il prezzo a 20 milioni rinviando poi tutto a fine stagione. Beppe Bozzo è, fra l’altro, anche il manager di un giovane attaccante apprezzato da Corvino: Leandro Greco, che potrebbe anche arrivare al posto di Babacar destinato al prestito (Bari).

Scambio Mutu-Cassano si può: "Gila resta, ti faccio fare 20 gol".
Cassano in viola resta una possibilità concreta, infatti, in attesa di incontrare Corvino, l'agente Beppe Bozzo ha già preso contatti con la Fiorentina. Una chiacchierata informale, niente di più, ma comunque un primo approccio. Bozzo ha parlato con Mencucci, rimandando poi la discussione a un incontro con Corvino e Andrea Della Valle. Intanto, La Repubblica questa mattina svela un curioso retroscena: in questi giorni Cassano avrebbe parlato con Gilardino per convincerlo a rimanere: "L´anno prossimo ti faccio fare venti gol" - avrebbe detto il barese. Certo è che, per arrivare a FantAntonio, la Fiorentina dovrebbe rinunciare ad uno dei giocatori maggiormente pagari. La pedina giusta potrebbe essere Adrian Mutu, che verrebbe girato in cambio al Milan.

Corvino blocca Arouca del Santos, rinviato l'arrivo di Nastasic?
Secondo il Corriere Fiorentino, Corvino avrebbe fatto passi avanti per l’acquisto del centrocampista del Santos, Marcos Arouca (costo dell’operazione intorno ai cinque milioni). Già un anno fa il diesse viola era andato vicinissimo a concludere l’affare per il venticinquenne brasiliano, salvo poi dover rinunciare perché extracomunitario. Adesso, la Fiorentina sembra favorita nonostante le pressioni di Roma e Udinese ma l'ostacolo è sempre lo stesso: la mancanza del passaporto europeo. I viola paiono aver bloccato comunque il giocatore nella speranza che la Figc decida di dare il via libera al tesseramento di un secondo extracomunitario. Altrimenti, non è da escludere una seconda ipotesi: rimandare l'arrivo del difensore serbo Nastasic, lasciandolo in patria per un altro anno oppure girandolo ad un'altra società che lo faccia giocare con continuità.