8

Calciomercato.com ha intervistato Achour Ati Ali, noto giornalista algerino che da dieci anni collabora con il quotidiano sportivo Le Buteur, di cui è corrispondente per l'Italia

Era presente alla presentazione di Taider. Era la prima volta che visitava il centro di allenamento dell’Inter?
Sì e ne sono rimasto affascinato per la qualità delle infrastrutture e l'accoglienza riservatami. Mi è stato permesso di lavorare in buone condizioni. Approfitto per ringraziare l’ufficio stampa nerazzurro.

Dopo la conferenza stampa ha avuto modo di intervistare Taider. Quanto è stata fondamentale la sua volontà per arrivare all’Inter?
E' felice ed entusiasta di giocare per un club delle dimensioni dell’Inter, in nerazzurro può crescere e vincere titoli. Saphir è un giocatore molto ambizioso.

Taider è titolare della nazionale algerina, nonostante abbia solo 21 anni.
In nazionale è un punto fermo, viene utilizzato da centrocampista nel 4-3-3. La tecnica e la copertura difensiva sono una parte fondamentale nel gioco del ct Vahid Halilhodzic.

Mazzarri ha utilizzato Taider nelle prime due gare di campionato, nonostante i pochi allenamenti nelle gambe. Secondo Lei quali sono le caratteristiche di Taider che piacciono al tecnico nerazzurro?
Taïder è un giocatore con un grande potenziale. E’ tecnico, veloce, può giocare in diverse posizioni e sa fare bene entrambe le fasi, difensiva ed offensiva. E' un giocatore completo, a cui non manca nulla.

Pochi giorni fa il suo giornale ha intervistato Ishak Belfodil, altro neo-acquisto dell’Inter, che ha fatto una preparazione condizionata dal Radaman. Una scelta del genere può influire negativamente sul giocatore?
Dipende da giocatore a giocatore. Ci sono calciatori che hanno ammesso di essere addirittura migliori durante il Ramadan. Gli effetti del digiuno, in questo caso, stanno ancora condizionando Belfodil.

I giornali italiani parlano di un addio di Belfodil a gennaio.
L'Inter ha investito molto su Belfodil, non credo lo lascerà andare via. Molto dipende da quello che succederà nelle prossime settimane. Se l'Algeria dovesse qualificarsi per la Coppa del Mondo non credo che Belfodil accetti la panchina per tutto l'anno rischiando di perdere il treno per Brasile 2014.

Belfodil e Taider sono naturalizzati francesi. Taider ha anche giocato nell’U20 della nazionale francese. Quali sono le motivazioni che hanno spinto entrambi i giocatori a scegliere la Nazionale algerina piuttosto che quella francese?
La domanda va girata a tutti quei giocatori algerini che hanno scelto invece la Francia, come Zidane, Nasri o Benzema. Taider e Belfodil hanno voluto fortemente l'Algeria, anche per essere subito protagonisti. Taider poteva scegliere anche la Tunisia (suo padre è tunisino ndr) ma ha preferito la maglia algerina per la qualità della squadra.