116
Juve e Inter se le danno senza sosta. Sono botte da orbi. A parole. In classifica. Sul mercato. Per obiettivi grandi e pure per quelli secondari. Si sfidano Fabio Paratici e Beppe Marotta. In principio per Romelu Lukaku, stuzzicandosi su Mauro Icardi e Paulo Dybala. E le schermaglie continuano: Dejan Kulusevski piace a entrambi con l'Inter in forcing, su Sandro Tonali è avanti la Juve, per Federico Chiesa tra un passo avanti e uno indietro bisognerà aspettare rilanci e controrilanci. Con la lista che si allunga e si allungherà a dismisura. Mentre un nome nuovo si aggiunge già in questi giorni: è quello di Olivier Giroud.
SI VALUTA – Il campione del Mondo francese è una delle prime opzioni dell'Inter per quel che riguarda il ruolo di vice-Lukaku, il suo profilo è al vaglio dalla dirigenza nerazzurra che sta valutando il rapporto qualità-prezzo già a gennaio. Ma essendo in scadenza di contratto e fuori dal progetto tecnico di Frankie Lampard, il Chelsea gli ha dato praticamente carta bianca per liberarsi subito. Così il suo entourage ha iniziato il giro d'Europa, bussando anche alla porta della Juve. Che in attacco sta rivolgendo sforzi e attenzione su Erling Braut Haaland, ma non abbandona eventuali piani di riserva perché soprattutto dopo la svolta del tridente una punta pura in più può far comodo e il feeling con Maurizio Sarri è ottimo. Proposto nelle scorse settimane, la Juve non dice no ma prende tempo. E il fatto che Giroud piaccia all'Inter lo rende forse un po' più appetibile, sempre che poi non spunti il famoso terzo incomodo: il Lione infatti fa sul serio e forse ha più fretta di tutti.