Commenta per primo

Un altro calciatore scende in campo. Dopo Gianni Rivera e Giampiero Boniperti, i due più noti ex calciatori ad aver tentato l'avventura politica (il primo con successo, il secondo meno), tocca ad Alessandro Costacurta dire la sua in politica.

Per ora non si tratta di un impegno in prima persona, ma solo di un sostegno ad un politico, Matteo Renzi, e alla recente iniziativa di quest'ultimo. In attesa di sapere se ci saranno degli sviluppi più concreti, la notizia comunque ha fatto e fa discutere, perché l'ex difensore del Milan e della Nazionale, uno dei volti storici del mondo rossonero, ha dimostrato di saper tenere ben distinti i due mondi. "Berlusconi dovrebbe fare un passo indietro", ha dichiarato Costacurta, come si legge sulla Gazzetta dello Sport di oggi, riferendosi al Presidente del Consiglio, che è stato il suo datore di lavoro nel mondo del calcio per vent'anni.

Billy, uno dei volti più noti fra i personaggi extra politica presenti al raduno della Leopolda promosso dal sindaco di Firenze, il 'rottamatore del Pd', ha poi spiegato, intervenendo ai microfoni di Un giorno da pecora, su Radio 2: "Voterei Renzi alle primarie del Partito democratico. Ho sentito quattro ore di interventi e molti discorsi mi hanno convinto. Se invece ci fossero le primarie del Pdl? Non voterei per nessuno, me ne starei a casa".

Costacurta pro Renzi e contro Berlusconi quindi, anche se a detta di qualcuno (in particolare all'interno del Pd) non c'è poi molta differenza...