12
Giornata ricca di notizie quella di ieri e soprattutto di grandi ritorni inaspettati che hanno fatto e continuano a far discutere più di Pechino Express, di Enzo Miccio e dei gladiatori Max Giusti e Marco Mazzocchi. Perfino più di Harry Potter e l'incantesimo "Piertotum Locomotor" che ha scatenato Twitter e i suoi adepti (nella gallery i migliori commenti della serata fra film e reality).

No a far discutere è stato il grande ritorno, a sorpresa, dell'emergenza del Buco dell'ozono. E la sorpresa è stata il luogo dove si è manifestato perchè sopra il polo nord, sopra il circolo polare artico si è aperta una nuova voragine nell'atmosfera grande quanto quella più nota sopra all'Antartico. Gli studiosi assicurano che è di origine naturale, frutto di una combianzione di venti polari e clima freddo che cambierà in fretta facendo richiudere il buco. Sostanzialmente l'uomo e i gas clorofluorocarburi.
Torna anche Topo Gigio in tv su ​RaiPlay con delle puntate inedite a cui aveva lavorato Maria Perego. ​Non si tratta quindi di una replica, ma di puntate nuove di zecca: 52 episodi, che sarà possibile poi rivedere il prossimo autunno su Rai YoYo.

Infine un ritorno non ritorno, quello dei movimenti iper-populisti di destra che richiamano fantasmi del passato come quello di Adolf Hitler perfino nella mente di Papa Francesco. Intervistato dal ​giornalista britannico Austen Ivereigh il numero 1 della Chiesa Cattolica ci è andato pesante nel commentare certi discorsi politici odierni: "​Ci stiamo rendendo conto che tutto il nostro pensiero è strutturato attorno all'economia. Si direbbe che nel mondo finanziario sacrificare sia normale. Una politica della cultura dello scarto.​ Quando si cominciano a sentire discorsi populisti o decisioni politiche di tipo selettivo non è difficile ricordare i discorsi di Hitler nel 1933, più o meno gli stessi che qualche politico fa oggi".