Commenta per primo

Zero a zero fra Grosseto e Reggina, al termine di una gara in cui le emozioni sono arrivate col contagocce. Primo tempo di marca ospite, ma la squadra di Gregucci pecca di incisività sotto porta. Troppo macchinosa la manovra del Grosseto. Gara più godibile nella ripresa, ma l'unica occasione degna di nota è il colpo di testa in tuffo di Bonazzoli al 78’ che il portiere del Grosseto devia sul fondo e quale iniziativa isolata del capitano dei toscani Caridi. Un punto che mantiene entrambe le compagini in corsa per un piazzamento playoff.

GROSSETO

L'allenatore del Grosseto, Fabio Viviani: 'Abbiamo provato soluzioni diverse durante la gara. Mi sembrava un azzardo partire subito con la difesa a tre dovendo rinunciare all'ultimo momento ad Olivi per infortunio. Nella ripresa abbiamo testato il nuovo assetto e devo dire che siamo andati meglio. Di buono c'è che non subiamo gol da due gare, la strada per migliorare il gioco è ancora lunga'.

Il difensore del Grosseto, Andrea Giallombardo: 'Tolta l'occasione capitata a Bonazzoli, su cui Narciso si è dimostrato un gran portiere, non abbiamo concesso nulla. Dobbiamo migliorare nella costruzione, se continuiamo a non prendere gol le vittorie arriveranno'.

REGGINA

L'allenatore dei calabresi, Angelo Gregucci: 'Abbiamo avuto qualche occasione per spaccare il match ma non siamo stati sufficientemente determinati. Dobbiamo migliorare la condizione atletica di diversi giocatori ma con i turni ravvicinati non ne abbiamo il tempo. Oggi abbiamo provato a giocare, fraseggiando palla a terra, ma c'è da fare di più soprattutto negli ultimi 16 metri'.