Commenta per primo

ll Gubbio mostra la miglior faccia di sè e in 6' si stende un ideale tappeto rosso che al Grosseto va di traverso. Nel giorno in cui abbandona la difesa a cinque, Simoni pesca un avvio di partita da manuale: al 2' Graffiedi pennella per Bazzoffia che di piatto destro infila Narciso, al 6' invece che l'assist-man l'attaccante romagnolo si procura una punizione al limite e poi di precisione la spedisce angolino. Il Grosseto è come un pugile suonato e fatica tremendamente ad abbozzare una reazione. Il Gubbio resta sornione e al 35', al termine di una splendida triangolazione Graffiedi-Bazzoffia-Ciofani, quest'ultimo anticipa Narciso con un morbido pallonetto chiudendo i giochi con un'ora d'anticipo. Nella ripresa è pura accademia, con Boisfer che in pieno recupero corregge una conclusione dalla distanza di Cottafava firmando il 4-0 finale.

GUBBIO

Il tecnico del Gubbio, Gigi Simoni: 'Vittoria bella e meritata, certamente agevolata dall'ottimo avvio nel quale abbiamo trovato con facilità la via della rete. La condizione atletica è buona, è evidente che durante la sosta abbiamo lavorato bene e questo in campo si è visto. Recuperare fisicamente pedine come Ciofani e Bazzoffia per noi vuol dire tanto, e oggi tutti hanno fatto bene. Avevamo preparato due atteggiamenti tattici, con la difesa a quattro oppure a cinque, ma siamo partiti bene e abbiamo proseguito col 4-3-3 di partenza. Il Grosseto era un cliente scomodo, davanti hanno un grande potenziale e dopo la lezioncina dell'andata lo temevamo in modo particolare. Questa vittoria ci dà maggiore fiducia ma non cambia i discorsi fatti in settimana. Il mercato per noi è aperto e aspettiamo di vedere cosa accadrà'.

Il centrocampista del Gubbio, Alberto Gerbo: 'Sono contento della mia prova e della nostra vittoria. Ringrazio il mister per la fiducia che mi ha concesso, io ho semplicemente cercato di sfruttare al meglio l'opportunità che mi è stata data. L'infortunio estivo mi ha condizionato, adesso mi sento bene e sto ritrovando fiducia. L'idea era di pressare subito il Grosseto e ci siamo riusciti con pieno merito. Ora mi godo il momento e aspetto di vedere all'opera Mastronunzio, che quando eravamo ad Ancona ci faceva vincere le partite con una giocata'.

GROSSETO

Il tecnico del Grosseto, Fabio Viviani: 'Voglio pensare che si sia trattato di una giornata storta. Anzi, credo che sia così. Mi aspettavo un Gubbio propositivo ed arrembante, e così è stato. Credo che in questo momento sia una delle squadre più in forma, e lo ha dimostrato. Loro avevano gamba, erano veloci ed arrivavano primi sulla palla, noi in questo momento fatichiamo molto e non abbiamo il loro passo. Però gli innesti di Sciacca a Keko vanno nella direzione sperata, sono due giocatori che ci consentiranno di crescere e in campo hanno dimostrato di essersi già integrati nella manovra, oltre a possedere le caratteristiche fisiche di cui andavamo in cerca. Mi spiace solo dover constatare i troppi errori individuali che oggi hanno condizionato in maniera irreversibile la nostra gara. Ho sostituito Padella con Olivi perchè stava faticando tanto, ma fare nomi in una giornata così lascia il tempo che trova. Ci siamo 'imbrigliati' da soli, anche se il Gubbio ha fatto davvero bene. Bisogna cancellare questa pagina e guardare alla prossima partita, ma del resto la B è anche questa: se sbagli, è inevitabile che poi paghi'.