Calciomercato.com

Hellas Verona, le pagelle di CM: Montipò decisivo, Noslin non punge

Hellas Verona, le pagelle di CM: Montipò decisivo, Noslin non punge

  • Stefano Peduzzi
Monza – Hellas Verona: 0-0

Montipò 6,5: effettua una sola parata ma decisiva: splendido il riflesso che disinnesca il colpo di testa ravvicinato di Birindelli.

Tchatchoua 5,5: in affanno in avvio, poi con il trascorrere dei minuti prende le misure a Mota. Potrebbe forse approfittare di qualche spazio, ma resta sempre molto guardingo. Più di una imprecisione dal punto di vista tecnico.

(12’ st Centonze 6: entra e riceve un giallo. Bravo a mantenere la calma e a non commettere errori)

Magnani 6: concede un paio di sponde e poco altro a Colombo. Sicuro e autoritario, non disdegna qualche sortita in avanti. Responsabilità da accertare sull’azione conclusa da Birindelli.

Dawidowicz 6,5: sicuro e mai in affanno, blinda la retroguardia senza concedere nulla agli attaccanti monzesi che passano nella sua zona di campo.

(34’ st Coppola s.v. )

Cabal 6: dalle sue parti transita spesso Colpani: è bravo a non smarrirsi, tenendo la posizione e costringendo il trequartista avversario a cercare altrove spazi liberi.

Duda 6: in mediana da vita ad alcuni dei duelli più intensi del pomeriggio con Bondo e Pessina.  

Serdar 6,5: più ispirato del compagno di reparto, prova a dare velocità e verticalità all’azione dei suoi.

Noslin 5: un tempo a destra ma senza mai riuscire a segnalarsi in fase offensiva. Resta negli spogliatoi al 45’.

(1’ st Vinagre 6: il portoghese non sembra avere le caratteristiche offensive di Nsolin. Deve necessariamente entrare negli schemi della sua nuova squadra).

Folorunsho 6,5: il migliore dei suoi: generoso, si danna l’anima per raccordare trequarti e attacco, provando in prima persona anche a concludere ma con poca fortuna.

Lazovic 6: il capitano gialloblu firma il primo squillo del match con un destro a lato senza fortuna. Sembra il preludio ad una gara da protagonista, invece con il passare dei minuti limita le folate in fase offensiva.

(27’ st Silva 6: il giovanissimo classe 2000 mostra qualche spunto tecnico interessante nello spezzone disputato. Senz’altro da rivedere nei prossimi impegni)

Swiderski 5,5: fisicità, discreto movimento ma nessuna occasione per mettersi in mostra in zona tiro. Come tanti altri nuovi elementi gialloblu necessita di un minimo di tempo per integrarsi con la nuova realtà

(12’ st Bonazzoli 5,5: uno spaccato di gara senza squilli. Servito pochissimo, ha l’alibi di essere entrato nel momento in cui entrambe le squadre sembravano “accontentarsi” del pareggio).

All. Baroni 6: nonostante la rivoluzione del mercato invernale la sua squadra mostra un’idea di gioco precisa. L’Hellas è vivo, e dimostra di avere – tra i tanti i giovani – anche una buona dose di talento. Il compito del tecnico sarà quello di “farlo sbocciare” nel minor tempo possibile.

Altre notizie