181
A volte... regalano. Non nel vero senso della parola, ma quasi. Perché dalle parti di Madrid più volte sono stati fatti clamorosi errori sul mercato in uscita, ma Inter e Milan si stanno godendo due terzini formidabili con Hakimi e Theo Hernandez. I numeri sono da aggiornare di partita in partita perché definirli terzini è riduttivo: segnano, fanno assist, spingono senza sosta. Soprattutto migliorano costantemente, due vere e proprie operazioni capolavoro. Ma cosa c'è dietro queste scelte del Real? Le cessioni di Hakimi e Theo nascono da matrici differenti.

Ascolta "I due veri motivi (diversi) per cui il Real Madrid ha venduto Hakimi e Theo Hernandez" su Spreaker.

LA VERITA' SU THEO - Per quanto riguarda il francese, la cessione nell'estate del 2019 è una pura scelta tecnica per un giocatore che il Real riteneva di troppo e non pronto per una grande squadra. Marcelo era un intoccabile e si è deciso di investire su Mendy, arrivato proprio nella stessa estate dal Lione; così Maldini si fionda con intelligenza sull'occasione Theo e lo porta via per 20 milioni di euro, cifra che oggi risulta irrisoria visto il valore del giocatore. Ma proprio quell'acquisto di Mendy, l'abbondanza nel ruolo e la convinzione della dirigenza del Real sulla crescita lenta di Theo hanno spinto alla cessione. Il Milan gode ancora.
L'ESTATE DI HAKIMI - La scelta tecnica ha un peso anche su Achraf Hakimi, chiaro. Ma a differenza dell'abbondanza con Mendy e Marcelo sull'altra corsia che ha portato alla bocciatura di Theo un anno prima, il Real ha venduto Hakimi a giugno scorso perché era uno dei giocatori con cui poter far cassa subito per un bilancio in enorme difficoltà. Quando l'Inter ha messo sul piatto 40 milioni, da Madrid hanno deciso di accettare subito perché le perdite sono enormi tanto che il Real non ha acquistato neanche un giocatore in estate e farà lo stesso in questo gennaio. Unico diktat: vendere, fare cassa evitando di perdere i big. Così nasce la cessione di Achraf che l'Inter sta scoprendo come pedina determinante. In costante crescita, proprio come Theo. Due treni a Milano, partiti da Madrid.

Buon anno a tutti i lettori di Calciomercato.com!