127
Il Barcellona non molla per Lautaro Martinez. L'attaccante argentino dell'Inter resta uno nomi caldi in vista della prossima stagione, con i blaugrana alla ricerca da diverse settimane della formula giusta per convincere Antonio Conte a privarsi di un attaccante cresciuto a livello esponenziale durante la sua gestione. 111 milioni di euro, questo è il valore della clausola rescissoria inserita nel contratto in scadenza a giugno 2023; questo è il prezzo dal quale Marotta e Ausilio non sono intenzionati a schiodarsi, pronti eventualmente a reinvestirli per un calciatore altrettanto importante come Timo Werner dell'RB Lipsia.

LE RICHIESTE DELL'INTER - Il Barcellona è un'ipotesi che lusinga molto Lautaro Martinez, dal punto di vista economico (è pronto per lui un ingaggio decisamente più alto degli attuali 3 milioni percepiti) e sportivo - giocherebbe al fianco di Leo Messi - ma al momento i primi approcci del club spagnolo non hanno scalfito il muro interista. 90 milioni di euro cash e una contropartita tecnica, queste sono le condizioni messe sul tavolo dall'Inter, un tetto che i blaugrana - che offrono gli "esodati" Junior Firpo, Nelson Semedo, Jean-Claire Todibo e Samuel Umtiti - non hanno ancora raggiunto.
PRIMA DI SPENDERE... - Una trattativa non semplice, considerando che il Barça deve anche preoccuparsi di fare cassa prima di comprare e che l'emergenza coronavirus ne ha creata una altrettanto importante sotto il profilo economico, destinata a modificare le dinamiche del calciomercato. E senza dimenticare che in Spagna i club che hanno deciso di ricorrere alla cassa integrazione per i loro dipendenti (ERTE) - come i catalani - saranno maggiormente sotto osservazione avendo chiesto fondamentalmente soldi pubblici per andare avanti.