Commenta per primo

La serie B chiude il trittico di giornate in una settimana offrendo altre 3 gare di grande interesse: l'anticipo domenicale (ore 12.30) tra Brescia ed Empoli, il derby tra Cittadella e Padova e lo scontro diretto (lunedì sera) tra Torino e Varese. Il Brescia punta a riprendersi i due punti gettati alle ortiche a Nocera per poca concretezza (specie di Feczesin). Con l'Empoli sarà sicuramente un bel test perché, malgrado la sconfitta, i toscani a Pescara hanno comunque dimostrato di poter dar filo da torcere a chiunque.

PADOVA, DERBY DA VINCERE - Il derby patavino offre soprattutto al Padova l'occasione per dimostrare di essere pronto per un campionato da vertice. Dal Canto dovrebbe buttare nella mischia l'ultimo arrivato Cacia dal 1' proprio per spaventare ulteriormente i cugini. Ma dovrà fare grande attenzione in difesa dove l'attenzione dovrà sicuramente essere alta visto quanto di buono ha fatto vedere anche a Torino il duo Job-Maah.

TORO, INSIDIA VARESE - Nel posticipo, il Toro deve fornire riposte visto che è passato dalla brillante prestazione di Ascoli a quella opaca proprio col Cittadella. Col Varese a trazione anteriore varato da Carbone sarà vietato distrasi ancora. Altrimenti si potrebbe andare incontro a sgradite sorprese.

IL PESCARA RISCHIA A MODENA - Le due inedite capolista, Sassuolo e Pescara, difendono in trasferta il loro primato. Più arduo appare il compito della squadra di Zeman che fa visita a

 

un Modena col dente avvelenato dopo il beffardo ko col Bari. Il boemo si aggrapperà sicuramente al magico momento di Immobile per fare la differenza. Ma è probabile che l'obiettivo di strappare un risultato positivo arrivi piuttosto dalla tenuta della difesa, chiamata ad arginare la coppia Bernacci-greco.
 
IL SASSUOLO MINACCIA IL VERONA - Il Sassuolo è di scena a Verona contro una squadra che a Castellammare di Stabia ha fatto vedere notevoli progressi sotto il profilo del gioco. Il problema di Mandorlini è che ha perso un importante faro come Galli, vittima di una lieve distorsione al ginocchio. Una perdita importante che potrebbe far gioco a Pea, intenzionato a centrare il colpaccio, come già riuscitogli a Vicenza, affidandosi al tridente Sansone-Marchi-Boakye.
 
LIVORNO E SAMP, SERVE L'ACUTO - Dopo l'anonimo 0-0 nello scontro diretto, Livorno e Samp sono chiamati ad un'obbligatoria prova di forza nei confronti interni con le neo-promosse Nocerina e Gubbio. Novellino non avrà Dell'Agnello, bloccato da un infortunio alla caviglia, e allora affiderà a Paulinho il compito di fare in avanti la differenza assieme a Dionisi. Nella Samp, Atzori medita di lanciare fin dal 1' nella mischia il neo-arrivato Foggia. Conscio che potrebbe essere una determinante arma in più per innescare il duo Bertani-Pozzi.
 
IL BARI VUOL STUPIRE ANCORA - Tra le altre sfide desta curiosità il Bari di Torrente che punta a conservare la porta inviolata nel confronto interno con l'AlbinoLeffe. In gol finora quasi per caso, i pugliesi si affideranno a Bogliacino, pronto all'esordio, per incrementare il tasso di pericolosità ed imprevedibilità in attacco.
 
JUVE STABIA, CACCIA AI PRIMI PUNTI -
Chiudono il programma, oltre a Reggina-Grosseto, Ascoli-Vicenza e Crotone-Juve Stabia. Al Del Duca, i marchigiani cercheranno di sfruttare il momento no degli uomini di Baldini per ridurre ulteriormente il gap che li divide dallo 0 in classifica. Allo Scida, invece, Braglia tornerà al vecchio caro 3-4-3 per sorprendere i calabresi e conquistare i primi attesi punti in serie B.