85
Non ci sono sconti sui top player. La legge del mercato lo conferma anche in un momento così difficile economicamente per i club, il prezzo dei giocatori di alto livello rimane invariato. Ecco perché l'Inter non scenderà sotto i 90 milioni di euro cash per Lautaro Martinez, cui aggiungere almeno una contropartita tecnica nel caso del Barcellona visto che si dovrà toccare la quotazione di 111 milioni complessivi per privarsi dell'argentino, la cui clausola rescissoria è teoricamente valida per i primi 15 giorni di luglio ma non sarà pagata, tanto che attualmente è in via di negoziazione con altre formule.

GARANZIE ECONOMICHE - L'Inter vuole tenere con sé Lautaro Martinez, di conseguenza lo lascerà andare solo a quel prezzo ben preciso altrimenti procederà al ritocco del contratto. Il Barça ormai lo ha capito e ha un problema con cui fare i conti: pur avendo pronta una proposta economica di stipendio importantissima che convincerebbe senza esitazioni Lautaro, deve trovare il modo di incastrare l'operazione a bilancio. Perché 90 milioni cash sono tanti per una società che sta perdendo quasi 5 milioni di euro al giorno tra mancati incassi del Camp Nou, pubblicità, merchandising e tutte le attività accessorie di un top club mondiale. Ecco il motivo della caccia alle cessioni da fare in fretta: i catalani hanno messo in vendita praticamente tutti pur di incassare e sistemare il bilancio, da Semedo a Firpo passando per Todibo, Rafinha, Alenà e non solo. Un modo per trovare i soldi giusti per convincere l'Inter su Lautaro: la trattativa è ancora viva, eccome.