61
La Juve lo sta ancora aspettando. Dove è il miglior Moise Kean, quello capace di segna 17 gol lo scorso anno al Psg? L’attaccante della Nazionale, l’uomo che numericamente ha sostituito Ronaldo, deve ancora mostrare le qualità che hanno convinto i bianconeri a riportarlo a Torino. Moise ha faticato anche con l’Italia, rientrato alla Continassa ha segnato però due gol in amichevole con il Chieri. E domenica c’è la Roma.


L'AMICO ZANIOLO - Morata e Dybala sono ancora in fase di recupero, lavorano a parte (solo l’argentino potrebbe, nella migliore delle ipotesi, andare in panchina). Insomma, spazio ce ne sarebbe per provare a mettersi in luce. In una sfida, quella contro i giallorossi di Mourinho, che vedrà tra i protagonisti il suo amico Zaniolo, con cui ha diviso tanti anni nelle selezioni giovanili della Nazionale. Nicolò sarà in campo, di sicuro, dal primo minuto. Kean si gioca un posto nell’11 iniziale con Bernardeschi.

CHANCE DAL 1'? - Sì, questo è uno dei dubbi che Allegri si porta dietro a meno di 48 ore dalla partita che darà indicazioni importanti sul campionato della Juve. Vincere alimenterebbe il sogno-obiettivo rimonta, uno stop allontanerebbe ulteriormente i bianconeri dalla vetta. Chiesa è intoccabile, al suo fianco in attacco potrebbe esserci proprio Kean. Il duello è con Bernardeschi, appunto, che potrebbe essere schierato tanto a supporto di Chiesa (in quel caso Bentancur agirà con McKennie e Locatelli in mediana) quanto a centrocampo, sulla fascia sinistra. Allegri deciderà anche in base agli ultimi allenamenti. Per Kean, con Dybala e Morata in recupero, la Roma è una possibilità importante per far vedere che può essere protagonista in questa Juve. Ora è il momento dimostrarlo.