85
La prima di Bielsa è uno spettacolo. Ci si aspettava (e ci si aspetta) grandi cose dal Leeds in questa Premier e l'esordio non ha tradito minimamente le attese. Contro il Liverpool campione in carica, i Whites perdono 4-3, ma il debutto del Loco in nella regina delle leghe europee è stato uno spettacolo: prima la magia di Jack Harrison, in prestito dal City; poi la prontezza di Bamford nel trasformare in gol un errore di Van Dijk; infine la delicatezza di Klich nel chiudere un'azione studiata a tavolino. Tre reti figlie del calcio di Bielsa. 

FIGLI DI BIELSA - La qualità è alla base del calcio del Loco ed è per questo che lo stupendo gol del nativo di Stoke-on-Trent Jack Harrison, con un passato, fondamentale per la sua crescita, al New York FC, è prodotto del calcio dell'allenatore argentino. Così come quello di Patrick Bamford, bomber di razza in Championship ma mai a proprio agio in Premier League, ci dice tanto sul calcio di Bielsa: pressing asfissiante, anche quando una palla sembra morta, persa, andata. Solo così, con la pressione continua, si portano i migliori a sbagliare. E infatti Van Dijk... Infine la rete di Mateusz Klich, arrivata dopo un suo taglio alle spalle della linea dei centrocampisti Reds, andandosi a infilare in un corridoio lasciata dalla difesa (da horror oggi) di Klopp, imbeccato alla perfezione da un passaggio millimetrico, dalla destra, di Helder Costa: controllo e destro sicuro alle spalle di Alisson. "Bello, tutto bello: ma come abbiamo fatto a perdere 4-3?" direbbe qualcuno. Semplice: il mercato.
ERRORI DEI NUOVI - Il Leeds è tra le squadre più attive in questo strano mercato estivo. E proprio i nuovi acquisti tradiscono il Loco. Un calcio offensivo e di qualità concede qualcosa agli avversari, e lo dimostra anche il Liverpool di oggi, a maggior ragione a inizio stagione; se poi i singoli, nuovi arrivati, ci mettono del loro... conquistare i 3 punti diventa ancora più difficile. Robin Koch, arrivato dal Friburgo, cercato dal Milan prima che saltasse Rangnick, bagna il debutto con due errori decisivi: prima il fallo di mano che dà il là al rigore dell'1-0 di Salah, poi la marcatura persa per il 2-1 di Van Dijk. Se il tedesco sbaglia, lo spagnolo Rodrigo, acquisto più caro della storia del club coi suoi 30 milioni, non è da meno: entrato in campo al 62esimo, all'87esimo stende Fabinho in area di rigore. Intervento in netto ritardo, scomposto e senza alcuna possibilità di prendere il pallone. Ecco il perché di questo 4-3: i nuovi hanno bisogno di tempo per assimilare il calcio dell'argentino. Il Leeds dà spettacolo ma non vince, ma è comunque a immagine e somiglianza del suo allenatore, Marcelo Bielsa. Spavaldo, spregiudicato, sfrontato. In una sola parola: Loco. 

@AngeTaglieri88