81
Zlatan Ibrahimovic è il grande obiettivo del Milan per gennaio. Lo ha ribadito chiaramente Zvonimir Boban a Mino Raiola nel summit andato in scena nelle scorse ore a Casa Milan e durato meno di un'ora. Zlatan è considerato l'unico in grado di cambiare il senso di questa stagione amara. Ha il carisma, la classe e l'esperienza necessaria per cercare di trasformare un gruppo orfano di personalità. Senza dimenticare che sarebbe quel nome in grado di accendere anche il tifoso rossonero più deluso e pessimista. L'offerta è quella di un contratto di 18 mesi ma c'è ancora distanza sulle cifre e lo stesso giocatore non ha ancora preso una decisione netta sul proprio futuro. 

LE ALTERNATIVE A IBRAHIMOVIC - La certezza, secondo le fonti consultate da calciomercato.com, è che il Milan regalerà presto un nuovo attaccante a Stefano Pioli. In questo modo si spiega il lavoro iniziato con largo anticipo e su diverse piste. Boban e Maldini non vogliono farsi trovare impreparati e valutano le alternative. Resiste l'idea Moise Kean, proposto da Mino Raiola, anche se al momento l'Everton fa spallucce e c'è da considerare la concorrenza della Roma. Ai rossoneri sono stati proposti Mariano Diaz e Brahim Diaz, entrambi in uscita dal Real Madrid. Sotto osservazione anche il giovane Adolfo Gaich, prima punta in forza al San Lorenzo e con una valutazione di 15 milioni di euro. Nella lista del club di via Aldo Rossi, ovviamente, ci sono altri profili al momento top secret.

L'ASSE CON MENDES - Vuole svoltare Zvonimir Boban, non ammette altri passi falsi. Il dirigente croato è in contatto con Jorge Mendes per studiare una strategia comune da sfruttare sul mercato inglese e spagnolo. Così com'è stato utile la scorsa estate per arrivare a Rafael Leao, il noto agente portoghese può diventare un prezioso alleato per provare a risolvere il mal di gol che attanaglia il Diavolo.