Calciomercato.com

  • Il Monza tra quel sogno chiamato Europa e il futuro di Palladino

    Il Monza tra quel sogno chiamato Europa e il futuro di Palladino

    • Stefano Peduzzi
    Ottenuta la salvezza per il secondo anno di fila (per la matematica mancano ancora pochi punti), il Monza guarda al futuro con molto ottimismo e quella serenità che consentirà ai ragazzi di Raffaele Palladino di finire in bellezza la stagione. A proposito del tecnico, Adriano Galliani ha già fatto sapere che con l’allenatore si troverà a fine campionato. Sarà già troppo tardi per definire un Palladino 3.0 a Monza? Molto probabilmente si.
    Il tecnico di Mugnano è stato accostato a tutti i grandi club in questi mesi: dalla Juventus al Milan, dal Napoli fino alla Roma. Palladino, che è assistito dall’agente Beppe Riso, piace a tutti e molto difficilmente sposerà un nuovo progetto in Brianza. Anche perché il Monza attuale ha stretto i cordoni della borsa dopo la scomparsa del Presidente Silvio Berlusconi. "La morte del presidente Berlusconi è stata qualcosa di veramente triste. Ci ha colpito nel profondo. Sappiamo quanto Galliani fosse legato, è stato molto difficile. Il dottor Galliani però ci ha sempre detto che il presidente avrebbe voluto che il Monza ripartisse con più forza ed entusiasmo. È grazie a lui che il Monza ha raggiunto la Serie A e dobbiamo essergli grati. Siamo contenti perché stiamo facendo un buon campionato, abbiamo un punto in più dello scorso anno, quando pure stavamo facendo cose straordinarie. Dobbiamo continuare così perché la Serie A è difficile e nasconde insidie in ogni gara" le parole del ds Michele Franco a Sei Tv.
    Sul futuro del Monza, negli scorsi mesi, si sono registrate molte voci riguardanti possibili passaggi societari. Al momento, però, non c’è nulla di concreto. Fininvest e i figli di Silvio Berlusconi hanno sempre preferito la strada dei fatti dando continuità al lavoro fatto in questi anni dal club brianzolo lasciando pieni poteri alla parte sportiva ad Adriano Galliani. Non è escluso, al momento, che Fininvest e i Berlusconi possano andare avanti. 
    Solo quando sarà definita la parte societaria, si potrà parlare del futuro dei giocatori. Di certo c’è che a giugno Valentin Carboni tornerà all’Inter per fine prestito e che probabilmente si giocherà la sue chances nella squadra di Simone Inzaghi come quarta punta. L’Inter ha monitorato il giovane 2005 in tutta la stagione e continua a seguire i suoi progressi. Così come continua a seguire con molta attenzione la crescita di Andrea Colpani, giocatore sul quale c’è interesse anche di Juventus, Milan, Napoli e Lazio. Chi potrebbe partire a giugno è anche il portiere Michele Di Gregorio: su di lui è forte l’interesse soprattutto del Milan che valuta il rinnovo di Maignan e che potrebbe trovare nel forte portiere del Monza il numero 1 del futuro. A proposito del portiere dei brianzoli, c’è da registrare il suo recupero per la sfida contro la Salernitana. Dopo la forte botta presa nel match con il Milan, Di Gregorio ha ripreso a lavorare in palestra e c’è molta fiducia circa il suo recupero per la sfida di sabato all’Arechi. Sfida importante per Pessina e compagni che a Salerno vogliono dare continuità di risultati dopo i quattro risultati utili con Udinese, Sassuolo, Verona e Milan. I dieci punti conquistati nelle ultime quattro gare hanno consegnato ai brianzoli una classifica molto interessante: al di là della salvezza conquistata con largo anticipo, i biancorossi restano a -5 da quel settimo posto che a fine campionato potrebbe valere un posto in Europa. Il sogno del Monza continua... 


     

    Altre Notizie