L'incredibile situazione di Alfred Gomis, mai in campo nel Rennes, in Ligue 1, ma convocato dal Senegal per i Mondiali in Qatar. Nonostante gli zero minuti messi a referto in questa stagione con i rossoneri, il portiere è nella rosa dei Leoni della Teranga e ha commentato all'Equipe la difficile situazione nel club bretone: "Qualcuno avrà sicuramente pensato che non ci fosse più bisogno di me".

SITUAZIONE INCREDIBILE - Continua il portiere 29enne, che in Italia ha vestito le maglie di Torino, Crotone, Avellino, Cesena, Bologna, Salernitana e Spal: "È difficile per me dare una spiegazione.  Alla fine della scorsa stagione ho parlato con il direttore tecnico e il nostro allenatore, che mi hanno informato della loro decisione di prendere un nuovo portiere. Mi hanno detto: 'Se rimani al Rennes, sarai il terzo portiere'. Poi è arrivato Mandanda e mi hanno detto che non faccio più parte del progetto Rennes e che dovevo andarmene. Mi trovo in una situazione che di solito è quella di un giocatore che crea problemi. I miei allenatori dicevano sempre che non ero un giocatore di quel tipo. Il futuro? Lascio lavorare il mio agente. Sono un portiere di 29 anni e questa situazione è davvero complicata e incomprensibile, visto che mi restano tre anni di contratto. Non è vantaggioso per me né per il club, a meno che non vogliano buttare via i soldi". Gomis si allena al Rennes, ma non viene preso in considerazione per le convocazioni, nonostante i rapporti con la società siano buoni.