Calciomercato.com

Il primo 'Napoli' è andato: tutti i record pazzeschi della promozione in Serie B del Catanzaro

Il primo 'Napoli' è andato: tutti i record pazzeschi della promozione in Serie B del Catanzaro

  • Federico Targetti
  • 40
Qualche settimana e vedremo i festeggiamenti di quello vero, ma una sorta di "mini-Napoli" ha già ottenuto con largo anticipo la vittoria nel proprio campionato: si tratta del Catanzaro, che ha certificato oggi la matematica della vittoria del girone C di Serie C battendo la Gelbison in trasferta con il risultato di 0-2, gol di Iemmello e Brignola. Il Crotone, secondo, ha vinto 3-2 in rimonta contro la Viterbese mantenendo i 16 punti di distacco, ma adesso mancano 5 giornate alla fine dei giochi: non c'è più modo di raggiungere la corazzata di Vincenzo Vivarini, che torna in Serie B dopo 19 anni con una ricorrenza davvero curiosa. 

ESODO, COME NEL 2004 - Infatti, Gelbison-Catanzaro non si è giocata ad Agropoli: troppo piccolo lo stadio per le migliaia di tifosi che sono partiti per raggiungere la Campania, la partita è stata spostata all'Arechi di Salerno, la casa della Salernitana che gioca in Serie A. La stessa cosa era successa nel 2004, con il match promozione teoricamente in casa del Chieti che i tifosi del Catanzaro hanno "costretto" a spostare ad Ascoli, in uno stadio allora da Serie B. 

CORAZZATA - Adesso il Catanzaro è pronto a misurarsi con la Serie B, dopo aver polverizzato la concorrenza nel campionato attuale di terza divisione italiana: 27 vittorie, 5 pareggi e giusto una sconfitta, patita a sorpresa contro la Viterbese in quel momento ultima in classifica nel mese di febbraio. Per il resto, una marcia trionfale e a tratti accecante, con numeri che, fatte le dovute proporzioni, hanno ricalcato quelli del Napoli in Serie A e dei classici Bayern Monaco e Psg in Germania e Francia. 88 gol fatti, appena 13 subiti, classifica cannonieri monopolizzata con l'ex Sassuolo e Benevento Pietro Iemmello sul primo e Biasci sul secondo gradino del podio a quota 23 e 16. 

I RECORD STABILITI E DA STABILIRE - Si tratta della prima squadra nella storia a conquistare la promozione in inverno. Con altri 5 punti, il Catanzaro oggi a quota 86 batterà i 90 di Sudtirol 2021-22 e Ternana 2020-21, stabilendo un nuovo primato assoluto. Il record per il maggior numero di punti in casa è già appannaggio delle Aquile, che le hanno vinte tutte fino ad ora, mentre i 45 punti in trasferta della stessa Ternana sono irraggiungibili (35 attuali, massimo 44). Il record per il maggior numero di punti nel girone di ritorno appartiene al Foggia, che nel campionato 2016-2017 totalizzò 48 punti: il Catanzaro, che si è fermato a 51 nell'andata, è in scia con gli attuali 35 (può arrivare a 50). La media punti è leggermente superiore ai 2,5 a partita della Ternana di un paio di stagioni fa. Se la forbice sul Crotone si allargasse fino ai 23 punti, sarebbero battuti anche i 22 che la Ternana ha messo fra sé e la seconda due anni fa. Curiosità: la seconda, allora, era proprio il Catanzaro. Con altre due vittorie, sarebbe battuto anche il record di successi complessivi in un singolo campionato. Detenuto da chi? Dalla Ternana, ovviamente, assieme all'Avellino 1972-73. Lo scivolone di Viterbo è costato l'impossibilità di affiancare il Lecco 1942-43, unica squadra mai imbattuta in Serie C. Difficili, quasi impossibili da raggiungere, invece, i primati del Varese 1942-43: +94 di differenza reti e 119 gol fatti. 

FUORI CATEGORIA - In generale, questo Catanzaro vanta una rosa assolutamente al di sopra del livello della Serie C; a parte Iemmello e Biasci, anche il marcatore odierno Brignola ha esperienza in Serie A e militava proprio col bomber nel Benevento di De Zerbi. A disposizione del tecnico Vivarini c'è poi il belga Jari Vandeputte, cresciuto nel vivaio del Gent (quello che ha sfornato negli anni diamanti come Kevin De Bruyne), esterno sinistro da 11 reti che completa il quadrato magico. Con buona pace degli originali Platini, Tigana, Giresse e Fernandez, che magari avevano più tecnica ma di sicuro segnavano meno. Il portiere Fulignati e il difensore centrale Brighenti sono altri nomi che non suoneranno totalmente sconosciuti. Campioni d'inverno con 2 turni di anticipo come il Napoli, che probabilmente tra qualche settimana ricalcherà se non migliorerà l'anticipo della truppa calabrese. La sfida a Spalletti è lanciata: riusciranno gli azzurri a fare meglio delle aquile di Catanzaro? 

Altre notizie