46
L'arrivo a Madrid di Rafa Benitez non ha suscitato grande entusiasmo in casa Real. L'ex allenatore del Napoli non viene considerato un degno sostituto dell'esonerato Ancelotti e il primo a nutrire delle perplessità sul suo valore è proprio il presidente Florentino Perez, spinto più dagl insistenti suggerimenti dei suoi collaborati che dalla propria a convinzione a puntare sul tecnico spagnolo per la prossima stagione. Questione anche di immagine, stando alle indiscrezioni provenienti dalla Spagna: la silhouette non eccessivamente longilinea di Benitez non piace ai vertici dei blancos e sarebbe già arrivato l'invito a rimettersi in forma per evitare quelli sfottò sul suo peso che avevano contraddistinto la sua permanenza sulla panchina del Chelsea.

CR7 ROMPE COL REAL - Non è questione di peso, ma più propriamente di feeling quella che è alla base del malessere di Cristiano Ronaldo, uno dei giocatori del Real Madrid più legati a Carlo Ancelotti e rimasto deluso dall'arrivo di Benitez, secondo quanto riferito dalle persone a lui più vicine. Il quotidiano madrileno As oggi apre addirittura con i 5 motivi alla base della frattura che si è venuta a creare tra l'asso portoghese e il suo club. Oltre alla scelta dell'allenatore, CR7 ha non sta apprezzando la gestione di due situazioni spinose come il futuro di Iker Casillas e Sergio Ramos, suoi grandi amici. Il primo continua a vivere con l'ombra ingombrante alle spalle di de Gea, mentre il difensore è al centro di una querelle per il prolungamento del contratto che ha visto anche l'interesse di uno dei candidati alla presidenza del Barcellona.
IL PSG SOGNA RONALDO - Quello che più ha urtato la sensibilità di Ronaldo è però la scarsa considerazione di cui godrebbe all'interno del Real Madrid, come dimostrerebbe il fatto che non sia stato tenuto conto del suo parere negativo contro il medico sociale (poi confermato), il fatto che Benitez si sia scomodato per rassicurare Bale sulla propria permanenza e non abbia fatto lo stesso con lui e che da parte dei vertici del Real Madrid non sia stato difeso a sufficienza a livello mediatico dopo la festa di compleanno dello scorso 7 febbraio, poche ore dopo la pesante sconfitta nel derby contro l'Atletico Madrid che sollevò un polverone contro il portoghese. Nonostante il presidente del Paris Saint Germain Al-Khelaifi non abbia mai nascosto il suo desiderio di regalarsi Ronaldo, ad oggi è difficile ipotizzare una partenza dell'attuale Pallone d'Oro, ma i primi mal di pancia del portoghese potrebbero nascondere qualcosa di più di un semplice malessere di stagione.